La Dinamo Banco di Sardegna Sassari rialza la testa anche in campionato, espugnando il campo della Openjobmetis Varese e cogliendo la prima vittoria lontano dal PalaSerradimigni. La squadra di coach Pasquini si è imposta con il netto punteggio di 82-61 nell’ottava giornata di andata della Serie A di basket, al termine di un match sempre condotto con tranquillità.

I biancoblù partivano forte, con un parziale di 6-0. Varese si sbloccava dopo 2’ di gioco, ma la Dinamo allungava il passo. Progressivamente, i sassaresi ritoccavano il proprio massimo vantaggio, arrivando al +13, sul 26-13, a 58” dalla prima sirena. La frazione terminava poi sul 27-16.

Nel secondo periodo la partenza lanciata era dei padroni di casa, che uscivano dai blocchi inanellando un break di 5-0. Una tripla di Polonara interrompeva il filotto, ma la Dinamo ora soffriva un po’ di più, anche perché Varese migliorava sul fronte difensivo. Il quarto scivolava via con un botta e risposta tra le due squadre. Si andava negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 44-38 per i sassaresi.

Al rientro sul parquet, il Banco tornava dominante. Pierre, Polonara, Spissu e Jones confezionavano un parziale di 10-2 che portava i biancoblù sul 54-40 5’05” dalla terza sirena. Le distanze rimanevano pressoché invariate alla fine del periodo, con Bamforth che realizzava sulla sirena il nuovo massimo vantaggio, sul 62-46.

Il Banco chiudeva i conti nella prima metà dell’ultimo quarto, volando sul +20 (72-52), trainata dal trio Bamforth-Polonara-Hatcher. La gara era virtualmente chiusa ed il pubblico iniziava a lasciare il Palasport.