Nessun miracolo per la Hertz Cagliari Dinamo Academy sul campo della Tezenis Verona. Come secondo pronostico, la squadra di coach Riccardo Paolini è uscita dal parquet (pesantemente) sconfitta, nella gara valevole per il settimo turno della Serie A2 di basket, con il punteggio di 69-89.

Una gara da subito in salita per i rossoblù, che hanno dovuto far subito fronte ad un parziale di 13-0 dei padroni di casa. E non sono mai stati in grado di raddrizzare il match, né di portarlo quantomeno vicino all’equilibrio. La Tezenis è andata praticamente sul velluto. Chiuso il primo quarto sul 28-10, ha toccato subito il +21 nel secondo, per poi mantenere un vantaggio sempre oltre la doppia cifra. Un timido accenno di reazione la Hertz lo ha avuto a poco meno di 3’ dal 20’, con un parziale di 6-0, messo a segno dalla coppia Rullo-Miles, che l’ha riportata sul -12 (30-42). Ma è stato un fuoco di paglia, perché Verona ha ripreso subito a macinare gioco e punti. Dalla seconda metà della terza frazione le speranze dell’Academy, già minime, sono svanite del tutto. 73-49 il punteggio a 4’ dalla terza sirena, poi 86-61 a 4’ dalla fine del match e, per capitan Bucarelli e compagni, un’altra “coppa” di veleno da mandare giù