Carlo Addaris, Pasquale Demis Posadinu, Chiara Effe, Igor Lampis, Flavio Secchi: sono gli artisti sardi scelti per la tappa isolana di “…E ti piace lasciarti ascoltare”, il tour di selezioni regionali del Premio “Fabrizio De André”, concorso musicale nazionale quest’anno alla sua sedicesima edizione. Domenica 4 giugno si sfideranno dal vivo a Villamassargia, a partire dalle 20 nello Spazio Eventi in via dello Sport, nell’ambito della seconda edizione di “Tempi d’arte”, la “festa della comunità” promossa dal Comune del paese del Sud Sardegna, con la segreteria artistica della cooperativa Vox Day di Cagliari.
 
Ognuno dei cinque artisti avrà a disposizione dieci minuti per esibirsi e dare un saggio della propria proposta di fronte alla giuria composta da Luisa Melis, direttrice artistica del Premio De André, da Francesca Bonato, della Monna Lisa srl che ne cura l’organizzazione, e da un volto ben noto dell’informazione musicale: il giornalista, conduttore televisivo e radiofonico Carlo Massarini.
 
In palio c’è un posto alle fasi finali del concorso nazionale intitolato al grande Faber (e patrocinato dalla Fondazione che porta il suo nome) previste per l’estate in arrivo: un concorso che – come recita il regolamento – si pone come scopo quello di “stimolare e promuovere giovani autori, compositori, interpreti ed esecutori di musica italiana esordienti o comunque non noti al grande pubblico, che abbiano una creatività libera e scevra da tendenze legate alle mode, ai generi e ai falsi concetti di commerciabilità, al fine di ridare originalità e vitalità alla produzione artistica”.
 
La serata di domenica prossima (4 giugno) a Villamassargia riserva intanto anche altri appuntamenti: eletto il semifinalista sardo al Premio De André, c’è da decidere tra gli altri quattro artisti in lizza quello che avrà l’onore di aprire il concerto di un autentico protagonista della musica balcanica, Goran Bregovic, atteso in paese con la sua Wedding and Funeral Band il prossimo 22 ottobre. La scelta spetterà a una diversa giuria composta dall’assessore alla Cultura di Villamassargia Fabio Bernardini, dal musicista Stefano Cherchi (ex componente dei Nielsa e attuale leader dei Camera Oscura) e dal giornalista Giacomo Serreli.
 
Gran finale, intorno alle 22,30, con “Sound and vision”, la collaudatissima performance di musica e disegni dal vivo dei Dorian Gray che vede di scena, insieme alla band cagliaritana, un illustratore di volta in volta diverso: in questa occasione, versi e note di Davide Catinari (voce, chitarra acustica, percussioni), Samuele Dessì (chitarre, loops, voci) e Nico Meloni (chitarre), con Riccardo Erba (tromba), Andrea Viti (basso) e Mario Marino (percussioni), troveranno il loro complemento visivo nelle immagini in tempo reale dell’artista isolano Gildo Atzori.
 
Prologo alla serata, un dibattito sul tema “Amore e Politica”: condotto da Giacomo Serreli, vedrà la partecipazione della sindaca di Villamassargia Debora Porrà, del presidente dell’Anci e sindaco di Bortigiadas Emiliano Deiana, dell’assessore regionale degli Enti Locali Cristiano Erriu e di Federico Orrù, rappresentante studenti ERSU. L’inizio è previsto per le 19.