Realizzate a mano grazie alla rete di sarte algheresi, coordinata e gestita dall’Associazione Sa Mata di Assemini che ha avviato il progetto di FATU IN DOMU, con l’ausilio della Protezione Civile del Comune di Alghero che ha distribuito il materiale necessario, tra cui il tessuto donato proprio dall’associazione asseminese.

“Voglio ringraziarle una per una: Giovanna Caneo, Marinella Garau, Nina Puggioni, Monica Caneo, Giovanna Solinas, Marisa Iddau, Maddalena Soro, Vittoria Satta, Noemi Caria, Anna Maria Sannia. State offrendo un contributo enorme a tutta la comunità”, dichiara l’assessore Andrea Montis.

Le 100 mascherine lavabili a mano e riutilizzabili saranno consegnate alle associazioni di volontari impegnate sul campo e si aggiungono a quelle già consegnate al reparto amministrativo dell’Ospedale Marino (70) e al laboratorio analisi dell’Ospedale Civile (35).