S’intitola “Miti in Scena” lo spettacolo di danza, musica e poesia del Balletto del Sud che debutterà in prima regionale – sotto le insegne del CeDAC – giovedì 30 luglio alle 20:30 a Lo Quarter di Alghero, per approdare venerdì 31 luglio alle 21:30 al Teatro Civico “Oriana Fallaci” di Ozieri, sabato 1 agosto alle 21:45 all’Arena Mirastelle di Carbonia e infine domenica 2 agosto alle 21 al Teatro Comunale di San Gavino Monreale. Un progetto coreografico originale – ideato e diretto da Fredy Franzutti – che accosta alcuni tra i più intriganti e celebri assoli e pas de deux, oltre a significative scene “corali”, ripensati con sensibilità contemporanea, a frammenti di teatro e poesia – dall’“Aiace” di Sofocle alla “Divina Commedia” di Dante Alighieri alla scrittura lirica e immaginifica di Gabriele D’Annunzio.

Sotto i riflettori i primi ballerini Nuria Salado Fustè e Matias Iaconianni e i Solisti del Balletto del SudAlice Leoncini, Alessandro Cavallo, Valerio Torelli e Lorenzo Lupi – insieme con l’attore Andrea Sirianni, per una “partitura” rigorosa che alterna le sequenze danzate alla recitazione di testi emblematici, a rappresentare una visione del mondo intrisa di poesia e un ritrovato amore per i “classici”.

Tra le peculiarità del progetto – nato in tempo di lockdown – l’intreccio di vita e arte: le coppie che danzano i più famosi “duetti” sono unite da stretti legami di parentela e la prossemica delle scene è stata (ri)definita per consentire il “distanziamento” tra gli interpreti: una risposta alle sollecitazioni e alle limitazioni dettate dalla pandemia, con la volontà di tener viva la luce della cultura pur in una condizione drammatica che investe l’intero pianeta, nella convinzione che solo “la bellezza salverà il mondo”.

Alessandro Cavallo. Foto Francesco Sciolti

Focus sui miti antichi e moderni cui si sono ispirati alcuni dei capolavori della storia del balletto, con le loro trame fantastiche e oniriche dove si sfiorano fino a toccarsi l’umano e il soprannaturale, in un immaginario popolato di dèi ed eroi, ninfe e satiri, e le epifanie di creature misteriose fatte d’aria e di vento, di luce e di fuoco, di terra o acqua s’intrecciano, fino a modificarlo, al destino dei mortali. Favole arcaiche inventate per spiegare i segreti della Natura, il ciclo delle stagioni, la fecondità o sterilità della terra, la nascita e la morte, perfino l’amore e il desiderio, la felicità e il dolore, s’incarnano in un ideale di eterna bellezza e armonia.

Fin dagli inizi – con “Cyrcé et ses nymphes” alla corte di Caterina de’ Medici, regina madre di Francia, una fastosa e festosa “cerimonia” per celebrare le nozze tra Margherita di Lorena-Vaudemont e il duca di Joyeuse, favorito di Enrico III, l’ultimo dei re Valois – la danza classica ha tratto ispirazione dal mito.

“Miti in Scena” del coreografo Fredy Franzutti rappresenta un’antologia preziosa dei balletti creati dai grandi maestri, con inserti coreutici originali, in un raffinato gioco di rimandi e citazioni sulle note di Ludwig van Beethoven, Pëtr Il’ič Čajkovskij, Ludwig Minkus, Léo Delibes, Camille Saint-Saëns, Giacomo Puccini e Ottorino Respighi, fino a Michael Nyman di Peter Gabriel.

Alghero
Biglietti: posto unico €20. Prevendite online: vivaticket.it
Per informazioni: cell. 349.4127271 e-mail: iousaidaniela@tiscali.it

Ozieri
Biglietti: intero €14 – ridotto €11. Prevendite online: vivaticket.it
Per informazioni: cell. 349.3614265 – riccardo.lutzu@tiscali.it

Carbonia
Ingresso riservato ai soli abbonati (a partire dalle 20:30 – gli spettacoli inizieranno alle 21:45)
Per informazioni e prenotazioni: Augusto Tolari – cell. 328.1719747 – e-mail: augustotolari.51@gmail.com

San Gavino
Biglietti: posto unico €15. Prevendite online: vivaticket.it
Informazioni: cell. 340.4041567