Si ferma a Varese la striscia vincente della Dinamo Banco di Sardegna Sassari nella Serie A di basket. Nella gara valevole per il diciassettesimo turno del massimo campionato italiano, la squadra di coach Vincenzo Esposito, priva di Pierre e Smith, ha ceduto ai padroni di casa della Openjobmetis con il punteggio di 73-84.

Partita in cui la Dinamo è sempre stata costretta ad inseguire, con svantaggi anche importanti, conclusa, alla fine, sullo stesso scarto (ma ovviamente a parti invertite) del match di andata.

Già in avvio di gara, il Banco evidenziava non poche difficoltà difensive, che, in pochi minuti, consentivano a Varese di andare sul +6, 14-8, trascinata da Avramovic. Un timeout di coach Esposito produceva una fiammata di Gentile e Thomas, che valeva il -4, ma i lombardi allungavano nuovamente e chiudevano il primo quarto sul 21-14.

All’inizio del secondo la storia non cambiava ed era sempre Varese a tenere saldamente in mano le redini dell’incontro. Tambone firmava in avvio il +13, sul 27-14 e la Dinamo doveva aspettare qualche minuto prima di trovare il giusto guizzo, con Cooley, Carter e Gentile, che la riportava in partita (33-34 a 3’25” dall’intervallo). La Openjobmetis chiudeva poi il quarto con un parziale di 12-0 e si andava negli spogliatoi sul punteggio di 46-33.

Al rientro in campo Varese volava sul +17, 50-33, e per la Dinamo la situazione si complicava ulteriormente. Cooley e Gentile provavano a riavvicinare i biancoblù, ma il Banco non dava la sensazione di potersi “riprendere” realmente. Infatti ci pensavano Moore e Salumu a produrre una nuova accelerata che valeva il massimo vantaggio varesino, sul 62-44 a 3’19” dalla terza sirena, che suonava poi sul 70-55.

La Dinamo ci provava ancora nell’ultimo quarto, pur non essendo, oggettivamente, in giornata, ma riusciva a rientrare al massimo sul -9 (70-79 a 1’58” dalla fine), prima che il solito Avramovic, Scrubb e Cain mettessero la parola fine al match.