La Dinamo Banco di Sardegna Sassari è la prima finalista della Zurich Connect Supercoppa 2019, in corso di svolgimento al PalaFlorio di Bari. La squadra di coach Gianmarco Pozzecco si è imposta, nella prima semifinale, sulla Vanoli Cremona per 101-94, dopo la disputa di un tempo supplementare. I biancoblù attendono ora di sapere quale squadra contenderà loro il trofeo domani, tra l’Umana Reyer Venezia e la Happy Casa Brindisi.

Avvio difficile per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari che, pronti via, si trovava subito sullo 0-7. Coach Pozzecco chiamava il primo timeout e, al rientro delle squadre in campo, la Dinamo trovava il suo primo centro con Pierre. Anche Spissu e Bilan prendevano confidenza col canestro ed il Banco rientrava sul -4, 7-11, a 5’54” dalla prima sirena. La risposta di Cremona era immediata e la squadra di coach Meo Sacchetti “sprintava” nuovamente, portandosi sul massimo vantaggio, +11, sul 18-7. Gli ultimi minuti del quarto vedevano la parziale rimonta dei sassaresi, che terminavano il quarto sul 16-21.

Secondo quarto un po’ più “lineare” con le due squadre vicine. Soltanto a metà periodo Cremona inanellava un break di 7-0 che le valeva il nuovo +8 (39-31). Erano i due ex Milano McLean e Jerrells a caricarsi sulle spalle il Banco e lanciare ancora una volta la rimonta che, stavolta, arrivava a pieno compimento. A 38” dall’intervallo Bilan metteva a segno il pareggio, sul 46-46. Una tripla un po’ rocambolesca di Saunders mandava poi le squadre negli spogliatoi per la pausa lunga, sul 49-46 cremonese.

Equilibrio nelle prime battute del terzo periodo, poi era ancora una volta Cremona a prendere vantaggio, con Diener, Stojanovic e Palmi, fino al 66-59 messo a segno a 2’36” dalla terza sirena. Evans e McLean accorciavano le distanze e si andava alla quarta frazione sul 69-66 per Cremona.

Una tripla di Vitali dava subito il pareggio, poi Evans faceva mettere per la prima volta il naso avanti alla Dinamo. La squadra di coach Gianmarco Pozzecco entrava in trance agonistica, mentre la Vanoli sembrava sulle gambe. A 5’22” dal 40’ il Banco volava sul +10, 81-71, ma di lì a poco Travis Diener, con due triple consecutive riapriva il match. Punto a punto negli ultimi minuti e quarta sirena che arrivava sull’87 pari. Tutto rimandato all’overtime.

Pierre, McLean, Vitali ed Evans mettevano subito la parola fine al match con un parziale iniziale di 9-0, mentre Cremona non trovava più il bandolo della matassa.

Vanoli Cremona 94 – Dinamo Banco di Sardegna 101
Parziali: 16-21; 23-25; 20-20; 18-21; OT 7-14.
Progressivi: 16-21; 49-46; 69-66; 87-87; 94-101.

Vanoli Cremona. Saunders  16, Mathews 11, Sanguietti, Gazzotti, Diener 16, Ruzzier 7, Sobin 4, De vico 4, Tibi 25, Stojanovic 5, Palmi, 6 Akele.All. Meo Sacchetti.

Dinamo Banco di Sardegna. Spissu 16, McLean 16, Bilan 11, Bucarelli 2, Devecchi, Sorokas, Evans 18, Magro, Pierre 11, Gentile 2, Vitali 12, Jerrells 13. All. Gianmarco Pozzecco.