“Chi o cos’è SuperDio? E perché Umpf, un annoiato impiegato dell’Ordinaria Amministrazione, deve trovarlo? Franco Sardo ci trascina a ritmo incalzante in un’avventura folle e surreale, reinterpretando in chiave comica alcuni dei luoghi più comuni del fantasy e della fantascienza, e variando continuamente il registro umoristico, dalla satira al demenziale, nel mettere in scena manie e ossessioni del nostro mondo iperconnesso.”

Giovedi 8 Novembre dalle 18:30 al Ticcu Socialclub di Sassari in Vicolo del Campanile, l’inaugurazione di una nuova rubrica dedicata alla letteratura. Il primo appuntamento ha come ospite Franco Sardo che presenterà il suo “SuperDio”, edito da Blonk ed inserito nella collana “Stravaganze”. SuperDio è l’ultima divinità che c’è, creata dalla fantasia delle altre divinità in crisi esistenziale per sopperire al vuoto interiore che colpisce ogni essere dotato di autocoscienza. In sostanza è l’ultimo simulacro che separa Asdasd dal raggiungimento della Verità, ottenuta la quale Asdasd non avrà più bisogno di alcun essere superiore a se stesso e potrà contenere tutta la conoscenza dell’universo.” A dialogare con l’autore, Andrea Frau vicecommissario di Verde Rivista.

 

Franco Sardo è nato circondato da un’isola sul finire dello scorso millennio. Produce versi fin dalla tenera età, ma sovente tracima in prosa. Autore di alcune cose leggibili e illeggibili, di norma segue progetti, cura mostre (Jpigs – Illustrazioni Satiriche Ad Alta Risoluzione), organizza feste (Mostro – Satira à la carte), inventa eventi (Giostra di Lettura). Con lo pseudonimo di Demerzelev ha collaborato con Spinoza.it, Il Vernacoliere, ScaricaBile e Diecimila.me. Attualmente scrive sul blog letterario Verde, su quello satirico Non si sevizia un Paperino e su Castrobloghina. Crede in una letteratura onnivora ed è convinto che scrivere sia tirare fuori la lingua.