Il Comune di Villanovaforru, il Parco e Museo Genna Maria e la Turismo in Marmilla Soc. Coop. ospitano l’evento “Chiaro Scuro” di Grazia Deledda il primo libro in esalettura.

Un viaggio fra le parole e la poetica del Premio Nobel Grazia Deledda attraverso una lettura a più livelli grazie al progetto “Chiaroscuro: Grazia Deledda in EsaLettura”. L’evento che si terrà venerdì 28 giugno alle ore 18.30, nella Sala Mostre temporanee del Civico Museo Archeologico di “Genna Maria” è un appuntamento dedicato alla lettura di alcune sue novelle effettuata in differenti modalità, tra le quali quella in braille. Le letture saranno accompagnate dalla musica dal vivo del chitarrista Davide Mocci.

L’iniziativa, nata nel 2016 in occasione delle celebrazioni per i 90 anni dal conferimento del Premio Nobel e gli 80 anni dalla morte dell’autrice, rende disponibile in un sistema di esalettura “Chiaroscuro”, una raccolta di 22 novelle, un’opera fra le più note di Grazia Deledda.

L’esalettura significa che questi testi saranno disponibili in sei estensioni: formato rilegato a stampa, formato scaricabile su supporti mobili, formato testo fruibile dalle sintesi vocali e barre braille, formato su file audio, formato in braille, formato in video con sistema LIS: libro, ebook, formato testo fruibile dalle sintesi vocali e barre braille, audiolibro, libro in braille e videolibro tutti disponibili e scaricabili gratuitamente dal sito internet dell’iniziativa www.esalettura.com.

Il progetto prevede che nel corso di 11 differenti incontri le 22 novelle che compongono la raccolta “Chiaroscuro”, reputata una delle più interessanti della scrittrice, siano lette da 22 comuni cittadini secondo un ordine che prevede una lettura effettuata da un lettore vedente da un libro scritto in nero, cioè nei comuni caratteri di stampa, e una lettura eseguita da un lettore cieco che leggerà dal braille.

Questa sequenza dimostrerà che non esiste nessuna differenza nella resa della lettura fra un individuo vedente ed uno cieco quando entrambi padroneggiano il loro strumento di lettura.

Nel corso della serata, tutto quanto si verificherà, sarà contestualmente tradotto da un interprete LIS (Lingua dei Segni Italiana) per testimoniare che il progetto “Chiaroscuro” intende essere un veicolo di diffusione culturale aperto a tutti i cittadini indifferentemente.

Nella serata verranno lette due novelle di Grazia Deledda: una, La moglie, verrà letta da un lettore volontario, l’altra, La vigna nuova, verrà letta da un lettore in braille individuato dalla sezione di Nuoro dell’Unione Italiana Ciechi.

Al termine della manifestazione verrà regalata una copia della raccolta “Chiaroscuro” di Grazia Deledda a tutti i presenti.

Il progetto Chiaro Scuro è stato prodotto dall’Unione Italiana Ciechi e ipovedenti, Sezione di Nuoro, con il partenariato della Regione Sardegna, Fondazione di Sardegna, Ente nazionale sordi Onlus

Per informazioni tel. 070 9300050, gennamaria.it