Cinque associazioni sportive di Porto Torres saranno impegnate nel progetto “Sport di tutti” per garantire il diritto allo sport a ragazzi e famiglie in condizioni di svantaggio economico, incoraggiare i giovani a svolgere attività fisica, supportare le società e offrire servizi alla comunità. Chi aderirà entro il 31 gennaio potrà usufruire di ore di attività gratuita per venti settimane.

Le associazioni che partecipano al programma sono: Centro Studi Karate Shotokan m. Nakayama Club, Stella Maris Volley, Quadrifoglio Volley, Associazione Sportiva Dilettantistica XLC e Centro Minibasket Porto Torres. Il progetto è promosso su scala nazionale dal Coni.

«Il mio ringraziamento va alle associazioni che hanno partecipato al bando e che in questo modo hanno dimostrato di impegnarsi per offrire un servizio fondamentale a tutte quelle famiglie che per motivi economici non possono permetterselo. Lo sport – sottolinea l’assessora alle Politiche sociali, Rosella Nuvoli – è uno dei principali strumenti di aggregazione e formazione dei giovani e con questo progetto l’inclusione viene garantita anche ai ragazzi che fanno parte di nuclei familiari in difficoltà. Spero che le famiglie colgano questa opportunità e le invito ad aderire entro i termini previsti dal progetto».

Sport di tutti è un modello d’intervento sportivo e sociale che mira ad abbattere le barriere economiche e declina concretamente il principio del diritto allo sport per tutti. L’obiettivo è promuovere, attraverso la pratica sportiva, stili di vita sani tra tutte le fasce della popolazione, al fine di migliorare le condizioni di salute e il benessere degli individui. È anche un percorso sociale, sportivo ed educativo in grado di offrire attività pomeridiana gratuita ai ragazzi dai 5 ai 18 anni, attraverso una rete capillare di associazioni e società sportive dilettantistiche.

Si può aderire entro le ore 16:00 di venerdì 31 gennaio sul sito web www.sportditutti.it in cui è presente il collegamento alla sezione area.sportditutti.it, dove gli utenti possono registrarsi e compilare la domanda. Le famiglie possono anche rivolgersi alle associazioni promotrici per richiedere assistenza nelle fasi di presentazione della modulistica.