La Giornata della Memoria quest’anno si celebra a Oristano nell’arco di tre settimane con iniziative a cura dell’ANPI, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Oristano, della Prefettura, della CGIL, del Centro Sevizi Culturali e dell’ISTASAC di Nuoro

Lunedì 27 gennaio, giorno scelto dall’ONU per la ricorrenza internazionale dedicata a commemorare le vittime dell’Olocausto, nella Sala consiliare del Comune di Oristano, a Palazzo degli Scolopi, alle 17:30, è in programma la cerimonia ufficiale durante la quale si parlerà di internamento e deportazione. Dopo i saluti istituzionali delle autorità cittadine, il Prefetto Gennaro Capo consegnerà la Medaglia d’Onore concessa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri ai familiari di Narciso Cau, internato militare italiano in Germania, uno delle centinaia di migliaia di nostri soldati catturati dai tedeschi e internati nei campi di concentramento. Marina Moncelsi, Presidente dell’ISTASAC di Nuoro, parlerà degli internati militari sardi e Carla Cossu, Presidente dell’ANPI di Oristano, degli italiani nei lager nazisti. Il Coro La Vega di Milis eseguirà alcuni brani del proprio repertorio.

Lunedì 3 febbraio, alle 17:30, la tragedia dell’Olocausto sarà ricordata al Centro servizi culturali con la proiezione del film di Ettore Scola “Concorrenza sleale” che racconta la vicenda di due commercianti, uno dei quali ebreo, al momento della promulgazione delle leggi razziali in Italia.

Martedì 11 febbraio, alle 10:30, all’Hospitalis Sancti Antoni l’incontro con Nando Tagliacozzo (al quale parteciperanno gli studenti delle Scuole Medie), uno dei pochi scampati al rastrellamento del ghetto di Roma nell’ottobre del 1943, i cui familiari perirono nei lager nazisti. La vicenda di Nando Tagliacozzo è raccontata da Alberto Angela in una puntata di “Ulisse, il piacere della scoperta” dedicata al rastrellamento del 16 ottobre 1943. La trasmissione può essere vista sul web https://bit.ly/2NQ7q8K