Con un balzo in avanti di ventiquattro posizioni, Cagliari è la ventesima città più vivibile d’Italia. A decretarlo l’indagine de Il Sole 24 Ore che misura il benessere nelle provincie e nelle città metropolitane con 90 indicatori tra cui: ambiente, servizi, innovazione tecnologica, offerta culturale e sportiva, sicurezza, speranza di vita.

Secondo la classifica del quotidiano economico e che vede in testa Milano, Cagliari spicca non solo fra le città del Sud, ma anche del Nord della penisola precedendo Torino (33° posizione), Genova (45° posizione), Nuoro (57°), Sassari (58°), Oristano (65°), Bari (67° posizione) e Napoli (81° posizione). Ultime Foggia (105° posizione), Crotone (106° posizione) e a Caltanissetta (107° posizione).

“Il risultato emerso dalla classifica de Il Sole 24 ore fa molto piacere e conferma ciò che tutti sappiamo circa la qualità della vita a Cagliari. Ma non può bastare: si può fare di più e molto meglio e, personalmente, non mi pongo limiti per l’anno prossimo”.

“Intanto, avremo un 2020 di grandi eventi legati alle World Series di Coppa America nella vela, ai 400 anni dalla fondazione dell’Università, al centenario dalla nascita del Cagliari Calcio. Siamo impegnati a presentare una città in splendida forma”.

“Possiamo ancora crescere moltissimo, soprattutto nel settore delle infrastrutture, della rigenerazione urbanistica e dell’innovazione tecnologica. In particolare, stiamo puntando sulla mobilità elettrica. In quest’ultimo campo pensiamo di essere una delle grandi novità emergenti in campo europeo”.

Queste le parole del sindaco Paolo Truzzu in merito all’articolo di apertura de Il Sole 24 Ore di oggi (lunedì 16 dicembre 2019), sull’indagine che ha misurato il benessere di 107 città italiane.