Convegno internazionale di studi “Autori e libri sardi d’età moderna” alla MEM di Cagliari. Con inizio alle 9, per tutta la giornata di giovedì 13 giugno 2019 sarà proposto un quadro culturale della Sardegna nei secoli XV-XVII, così da contestualizzare la situazione sin dalle prime edizioni a stampa realizzate o commissionate in Sardegna.

Ospitata alla Mediateca di via Mameli 164, l’iniziativa, spiega una nota degli organizzatori, riveste un interesse culturale diffuso per Cagliari e per tutta l’Isola, visto che intende approfondire un periodo particolarmente proficuo per la cultura sarda. Come fu quello della civiltà rinascimentale e barocca, che, dalla metà del ‘500, vide l’affermazione letteraria della lingua sarda e fu prodiga di modelli descrittivi e rappresentazioni della Sardegna nella produzione letteraria di quei secoli.

Programma

Saluti Istituzionali

  • Ignazio Putzu, prorettore per la didattica dell’Università di Cagliari


Introduzione e coordinamento

  • Luisa D’Arienzo, Università di Cagliari, presidente della Deputazione di Storia Patria per la Sardegna

Maurizio Virdis, Università di Cagliari, professore ordinario di Filologia e Linguistica romanza

Interventi

  • Giovanna Granata, professore ordinario di Biblioteconomia all’Università di Cagliari:  “Postille e note di possesso negli incunaboli della Biblioteca Universitaria di Cagliari. In margine al progetto CLASAR”
  • Massimo Ceresa, docente di Storia del libro alla Catholic University of America, Washington D.C.: “Autori e libri sardi del Cinquecento e Seicento alla Biblioteca Apostolica Vaticana”
  • Pedro Cátedra, professore ordinario di Letteratura spagnola all’Università di Salamanca, visiting professor all’Università di Cagliari: “Stampa e letteratura in Sardegna nel XVI secolo”
  • Tonina Paba, professore ordinario di Letteratura spagnola all’Università di Cagliari,: “Rappresentazioni della Sardegna nella produzione letteraria e paraletteraria barocca (Martín Carrillo e Tirso de Molina)”
  • Maria Teresa Laneri, ricercatrice di Letteratura latina medievale e umanistica all’Università di Sassari: “La Sardegna nelle compilazioni erudite tra Umanesimo e prima Età moderna: Hartmann Schedel, Raffaele Maffei e Niccolò Leonico Tomeo”
  • Duilio Caocci, ricercatore di Letteratura italiana all’Università di Cagliari: “All’origine della Letteratura sarda: Antonio Lo Frasso, Gerolamo Araolla, Pietro Delitala”
  • Giuseppe Seche, assegnista di ricerca all’Università di Cagliari: “Alfabetizzazione e circolazione libraria nella Sardegna del XV secolo”
  • Laura Usalla, dottoressa di ricerca in Epistemologia e Storia della cultura, Università di Cagliari: “Libri e cultura nella Sardegna del XVII secolo. Le Biblioteche dei letrados”
  • Andrea Lai, Università di Sassari: “Note di possesso e postille nelle edizioni incunabole conservate nel Nord Sardegna”