Si è svolta a Perugia, presieduta dall’assessore alle politiche sociali Edi Cicchi, la seconda convention del network nazionale dei comuni amici della famiglia dal titolo “Le politiche familiari: risorsa dello sviluppo locale”.

Il comune di Alghero è stato il primo comune, al di fuori dei territori trentini ad intraprendere un percorso virtuoso finalizzato all’accreditamento della certificazione di comune amico della famiglia e oggi, in qualità di capofila, ha aderito, insieme a Perugia, al network europeo come progetto pilota.

La convention ha rappresentato un importante momento di confronto con i tantissimi amministratori presenti dalla Sicilia al Trentino Alto Adige.

Importantissimo il ruolo dei coordinatori del network nazionale Mauro e Filomena Ledda in rappresentanza dell’Associazione famiglie numerose, ai quali va riconosciuto l’importante lavoro svolto in questi anni per la Famiglia.

L’Assessore ai Servizi Sociali Maria Grazia Salaris

Nel suo apprezzato intervento, l’assessore Salaris ha sottolineato “il fondamentale ruolo svolto dal comune di Alghero, evidenziando le azioni messe in campo dall’amministrazione comunale ma sottolineando che il percorso è appena all’inizio e che sarà importante che anche il ruolo della Regione Sardegna per favorire la diffusione del modello e per le politiche per il benessere dei nuclei familiari”.

Un’azione irrimandabile è quella di rivedere le condizioni del trasporto sia aereo che marittimo, i cui prezzi sono insopportabili per le famiglie sarde.

Nel suo intervento, il dottor Malfer, direttore dell’Agenzia per la Famiglia della Provincia autonoma di Trento, ha più volte messo in evidenza il “modello Alghero” riconoscendo alla città il ruolo di guida nel coinvolgimento di tantissimi comuni italiani.