Un amore lungo quarant’anni quello di Joan Mayoral e Rosalia Jané e l’Alguer. Da quando hanno conosciuto la nostra città non hanno mai smesso di frequentarla e di promuoverla in Catalogna. Joan Mayoral è stato per tantissimi anni fotografo del giornale La Vanguardia.

Nel 1980 la svolta della sua vita: visita per la prima volta la città di Alghero e ne rimane affascinato. Prova un forte interesse per la città, l’aspetto naturalistico ed gli abitanti tessendo negli anni tantissime e sincere amicizie che incontra piacevolmente sia nei suoi ricorrenti viaggi ad Alghero sia accogliendole, come anfitrione, nei loro viaggi in terra catalana.

Un ruolo importantissimo nella “scoperta” di Alghero lo ha avuto Rosalia Jané, che diventerà sua moglie e che condividerà con Joan l’amore per la città di Alghero e per gli algheresi.

A palazzo civico di via Columbano la cerimonia nel corso della quale il Sindaco Mario Bruno ha voluto consegnare un riconoscimento da parte di tutta la città a Joan e Rosalia. “Un atto di ringraziamento – ha detto il Sindaco – che unisce gli algheresi nel rendere merito a quanto ha fatto Mayoral con la sua attività artistica, con le sue mostre fotografiche dedicate ad Alghero, con la sua incondizionata passione per la cultura algherese, per la sua natura e per la sua storia. E soprattutto per la sua amicizia per tantissimi algheresi.” Alla cerimonia ha partecipato con un suo suggestivo contributo l’artista Franca Masu, che ha voluto omaggiare Joan Mayoral Rosalia Jané con un intervento che ha sottolineato l’amicizia per Alghero anche attraverso i versi di Salvador Espriu.

Innumerevoli le sue visite ad Alghero e le iniziative culturali legate alla sua professione. Mostre, collaborazioni editoriali, ma non solo: il suo forte legame con la città, lo dimostra accogliendo gli algheresi, come anfitrione, nei loro viaggi in terra catalana.

Nel 1993 decide di omaggiare la nostra città con una esposizione fotografica presso l’Hotel l’Alguer di Barcellona (l’hotel è di proprietà di Joan Sabaté, cittadino onorario di Alghero). A questa prima esposizione ne seguono tante altre, sempre con tema la nostra città, fino all’ultima, nel 2017 all’interno del cartellone di Més que un Mes, dal titolo “Pastors i ovelles”, un’esposizione di fotografie in bianco e nero che descrivono la tosatura nell’azienda della famiglia Martinelli. Ed è stato proprio Antonio Martinelli, particolarmente attivo nei rapporti con la Catalogna, a promuovere presso l’Amministrazione l’incontro con Joan Mayoral.