Bentrovati amici lettori,

dopo la pausa natalizia eccomi per proporvi una nuova lettura che è l’ideale per questo periodo di vacanza, perché? Forse il titolo vi farà capire: La mongolfiera arcobaleno di Kiki Blu (autore) e Veronica Sgrulloni (illustrazioni).

La canzone che suggerisco per la lettura è A Sky full a Stars dei Coldplay, mi sembra adatta a questa storia.

Questa fiaba è ispirata alla filosofia cinese dello yin e dello yang e al tema del superamento delle differenze di genere attraverso l’affermazione della complementarità. Divertiti con il coniglio Tao a superare varchi interstellari e gorghi marini, per trovare l’equilibrio che permetterà alla mongolfiera arcobaleno di viaggiare verso nuove avventure.

È il momento dei piccoli lettori! Si tratta di una fiaba per bambini dai 6 anni in su, in realtà è un bell’albo illustrato. L’ho letta con i miei figli di 7 e 9 anni e devo dire che è così carina che è adatta anche ai più grandi. La storia vuole trasmettere un messaggio più profondo di quello che si può percepire al primo impatto, il linguaggio è fluido, semplice e avvolgente, l’autrice ti porta con sé in un mondo delicato e magico dove tutto è possibile. La mongolfiera compie un viaggio incredibile ma il finale soddisferà la vostra curiosità grazie ai protagonisti.

Le illustrazioni sono davvero belle e la sorpresa di questo libro è che alla fine ci sono delle immagini da colorare per i più piccini. All’inizio c’è una citazione che mi ha colpita nel profondo:

“Siamo nati all’interno del cerchio della vita.

Anche il cuore umano dovrebbe esser sempre tenuto

rotondo e completo.”

Nakahara Nantenbō

Se siete curiosi di seguito una breve intervista all’autrice Kiki Blu che ho avuto il piacere di conoscere, vi auguro buona lettura

Aurora Redville

Che lavoro fai?
Gestisco uno spazio per bambini e gestisco laboratori didattici e creativi per bambini e ragazzi sulle arti espressive, dall’arte al cinema, alla letteratura per l’infanzia.

Quando è nata la passione per la scrittura?
In realtà scrivo da sempre. Però devo dire che è stata la filosofia a farmi accendere la scintilla e infatti ho scritto un saggio di filosofia del mito dal titolo “La fuga degli dèi. Miti, matriarcato e immagine” pubblicato dall’editore Mimesis nel 2017.

Come mai ha scritto una favola per bambini?
Soprattutto volevo lasciare un messaggio attraverso le parole e le immagini, si tratta infatti di un albo illustrato (picture book), per trasmettere il valore e l’importanza della parità di genere attraverso uno sguardo rivolto alla filosofia orientale.

Che messaggio volevi trasmettere con questa storia?
Come detto sopra il mio messaggio parte dalla filosofia orientale. Tra le mie varie passioni vi è infatti la medicina tradizionale cinese, di cui uno dei capisaldi è proprio l’importanza dell’equilibrio tra i due principi cosmici universali: lo yin e lo yang. La mongolfiera ben li rappresenta.

Raccontami qualcosa che ha cambiato la tua vita
È stata una patologia grave vissuta in famiglia e la lotta che ho affrontato per combatterla e sconfiggerla.

Chiara Gianni, la mamma di tre bimbi e anche una ricercatrice che adora i libri, raccontare storie, miti e antiche leggende, nella convinzione che nei libri vi sia un potenziale educativo immenso. La mia formazione è in campo umanistico con una laurea in Filosofia Estetica che mi ha portato ad appassionarmi agli studi sul mito e sulla cultura visuale su cui ho svolto il mio dottorato di ricerca fino a pubblicare un libro del titolo La fuga degli dèi. Mito, matriarcato e immagine in Ludwig Klages.

Dopo aver lavorato per tanti anni nella Comunicazione e nel Marketing di un’azienda internazionale, dal 2018 ho deciso di dedicarmi ai bambini, ottenendo una seconda laurea magistrale in Consulenza Pedagogica per la disabilità e la marginalità sociale e iniziando a collaborare con scuole, ludoteche, asili nidi (Assonidi Lombarda) e scuole materne in qualità di storyteller. Il mio obiettivo è quello di raccontare ai bambini le fiabe e di sviluppare con loro, in maniera dialogica e relazionale, spunti e motivi di crescita e confronto.

Parallelamente ho portato avanti la mia passione per i libri sui social, aprendo la mia pagina su Instagram e il blog che conta attualmente più di 10.000 follower. Da gennaio inizierò, in collaborazione con l’Istituto Armando Curcio, a tenere un corso di alta formazione dal titolo “Bookblogger: come diventarlo?”.