Da ieri negli uffici Settore Attività educative, giovanili e sportive del Comune di Sassari c’è un nuovo spazio dedicato alla cura dei bebè e all’allattamento. È il Baby pit stop Unicef, realizzato dalla commissione Pari Opportunità in collaborazione con il Settore e con il contributo di Fidapa Sezione di Sassari, Inner Wheel Sassari Castello e con il patrocinio dell’Unicef provincia di Sassari.

«Con questa iniziativa la Commissione comunale prosegue nella diffusione della pratica dell’allattamento al seno, sostenuta anche all’interno dei Servizi educativi per la prima infanzia, e contribuisce a favorirla e facilitarla anche fuori casa, per una città più accogliente che risponda adeguatamente ai bisogni delle famiglie» ha spiegato la presidente della Commissione Elvira Useli.

«L’allattamento non ha orari fissi né un numero definito di poppate nell’arco della giornata – ha commentato l’assessora alle Politiche educative, infanzia, giovani e sport Alba Canu -. Il Baby pit stop offre gratuitamente un luogo di cura accogliente per mamme, bambini e bambine, in cui trovare una comoda poltroncina per l’allattamento e una zona attrezzata per il gioco; un bagno attrezzato con un fasciatoio per il cambio, un contenitore antiodore per pannolini sporchi, un mobile con i necessari accessori (panni, salviette, sapone e traversine) a disposizione dei genitori o di chi si prende cura del bebè».

«Sassari è un Comune amico della famiglia – ha spiegato l’assessora alle Pari Opportunità Monica Spanedda -. Come tale promuove politiche a sostegno della natalità e del benessere familiare, in un rapporto di co-progettazione con le istituzioni locali. I Baby pit stop si inseriscono in questo percorso».

In quest’ottica, già nei mesi scorsi l’Amministrazione comunale aveva inaugurato un Baby Point a Palazzo Ducale, che ha dato il via a una rete sarda dedicata a famiglie con bimbi e che oggi conta più di 50 punti.

La promozione dell’allattamento al seno è considerata da tempo una priorità di salute pubblica, sancita dalla convenzione sui Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. È quindi importante sostenere l’allattamento al seno sia per le madri sia per i bambini, così come è importante riconoscere il significato del ruolo genitoriale e consentire a entrambi i genitori di prendersi cura dei propri figli anche in ambito extrafamiliare.

Il luogo per il Baby pit stop è stato scelto con attenzione: il Settore Attività educative, giovanili e sportive del Comune di Sassari eroga servizi dedicati prevalentemente a famiglie con bambine e bambini. Vicino agli uffici di via Venezia 2, inoltre, ha sede il parco di via Venezia, molto frequentato dalle famiglie che potranno usufruire del servizio Baby pit stop, a loro disposizione negli orari di apertura degli uffici (dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 14 e il martedì e il giovedì anche nel pomeriggio, dalle 15 alle 17).

Il Baby pit stop sarà inserito nella rete telematica nazionale dei Baby pit stop Unicef. La commissione per le Pari Opportunità intende creare nuovi punti nella città al fine di rendere Sassari sempre più accogliente e rispettosa dei diritti delle famiglie.