Cinque giorni di seminari e incontri collettivi, guidati da professori prevenienti da tutto il mondo e attualmente ai vertici della classifica mondiale di Brazilian Jiu Jitsu. Uno accanto all’altro, non si sono potuti contare gli atleti che stamattina hanno invaso pacificamente il Municipio di via Roma per la BjjSummerWeek, un camp internazionale di Jiu Jitsu Brasiliano. Tutti d’accordo sul programma di base a Cagliari dal 19 al 23 settembre: sport, conoscenza del territorio e benessere.

E la pensa così anche Yuri Marcialis, assessore alla Pubblica istruzione, Sport e Politiche giovanili che plaudendo all’iniziativa, ha ribadito che “dal 2018 Cagliari potrà contare sul nuovo Villaggio Sportivo di Monte Mixi, nel triangolo via Pessagno – via Rokefeller – viale Diaz”.

A dare il benvenuto alla folta rappresentanza dei quasi 300 atleti provenienti da oltre 30 nazioni (Inghilterra, Germania, Romania, America, Canada e perfino Singapore ), anche il presidente Guido Portoghese e l’assessora Marzia Cilloccu che, in qualità di titolare delle Attività produttive, Turismo e Politiche delle Pari opportunità, ha rimarcato la “partecipazione numerosa di donne” che assieme ai colleghi uomini potranno “apprezzare, ma anche promuovere il territorio a livello internazionale”.

All’incontro ospitato nella Sala del Consiglio comunale anche Dario Bacci, presidente dell’UIJJ (Unione Italiana Jiu Jitsu) e il consigliere Filippo Petrucci. Per il presidente della Commissione Pubblica istruzione, Sport e Politiche giovanili “lo sport, oltre a garantire benessere fisico, migliora la socialità fra le persone e offre occasioni di sviluppo, anche oltre la consueta alta stagione”. E la BjjSummerWeek ne è la dimostrazione.