Netta sconfitta per la Dinamo Banco di Sardegna sul campo dell’AEK Atene nella Fiba Basketball Champions League.

La squadra condotta da coach Federico Pasquini è stata battuta con il punteggio di 78-58 al termine di una gara senza troppa storia. Sconfitta prevedibile, anche nelle proporzioni, in un periodo in cui il Banco non fa della brillantezza la propria migliore arma.

Dinamo subito in difficoltà di fronte ad una partenza sprint da parte dei greci che, dopo poco più di 2’ di gioco, toccavano già la doppia cifra di vantaggio, sul 12-2. La Dinamo rosicchiava faticosamente qualche punticino, ma l’AEK chiudeva il periodo con un parziale di 7-0 che valeva il 27-13.

Il divario si dilatava in avvio di seconda frazione, con gli ateniesi che, a circa 7’ dall’intervallo, si portavano sul 38-17. Ad 1’52” dal ventesimo arrivava poi il massimo vantaggio, 47-24, e si andava negli spogliatoi sul 47-26.

Il Banco non trovava il modo di reagire ed a metà terzo periodo lo svantaggio diventava di 25 lunghezze (29-54), poi ritoccato a 26 (32-58) a 3’ dalla sirena.

Nell’ultima frazione la Dinamo arrivava fino al -18 in alcune occasioni, ma non poteva fare di più, nemmeno con il pressing “disperato” tentato negli ultimi minuti quando, a dire il vero, anche Atene aveva ormai tirato i remi in barca.