La Hertz Cagliari Dinamo Academy sembra aver innestato la giusta marcia nella Serie A2 di basket. Dopo un avvio più che stentato, l’esonero di coach Riccardo Paolini con squadra affidata al suo vice Alessandro Iacozza e l’arrivo dell’ala georgiana Giga Janelidze, il team rossoblù ha finalmente cambiato volto. Gli appuntamenti domenicali del mese di gennaio si sono conclusi con un crescendo, testimoniato da tre vittorie consecutive (in casa della Unieuro Forlì, con Roseto e a Faenza, campo della OraSì Ravenna) ed è stata finalmente abbandonata l’ultima posizione in classifica, a cui l’Academy era tanto “affezionata” da inizio stagione. Ed è cambiato anche l’atteggiamento, non più remissivo ed arrendevole, ma combattivo, anche nei momenti e nelle fasi di gara meno semplici e serene.

Insomma, la Cagliari Dinamo Academy sembra essersi immessa nel giusto binario e la sua classifica sta beneficiando di vittorie e buone prestazioni anche con squadre più attrezzate o addirittura di alta classifica (Forlì). Il nuovo innesto Janelidze ha indubbiamente conferito solidità alla squadra, anche in fase di rimbalzo, dove l’atleta sta dando man forte a Justin Johnson, che è quarto, con 9.1 palloni arpionati a gara, nella classifica generale dei migliori rimbalzisti del girone. Ma la striscia di tre vittorie consecutive ha evidenziato e confermato la crescita di Rullo (61 punti in tre gare), ormai attestatosi su prestazioni più che positive, oltre alla continuità di Anthony Miles, che a Faenza ha sfornato un bel trentello e che risulta sempre preziosissimo, per le prove fornite condite da una tecnica sopraffina, ma anche per la sua esperienza.

Dopo il proibitivo impegno sul parquet della De’ Longhi Treviso, attualmente terza in classifica, l’Academy è attesa da un mese di febbraio che potrebbe darle ulteriore respiro. La squadra di coach Iacozza, infatti, farà visita alla Baltur Cento, sua pari-classifica non in un periodo particolarmente brillante. In questo caso, occhio alla differenza canestri: nella gara di andata la Hertzfu costretta a soccombere, con uno scarto di 11 punti, va da sé che al ritorno, oltre a cercare di vincere, Cagliari dovrebbe anche puntare a farlo di “almeno” 12 lunghezze. Il secondo impegno mensile sarà abbastanza difficile, contro la quinta in classifica, la Tezenis Verona, mentre l’ultimo sarà più abbordabile, ad Imola, sul campo della La Naturelle che, al momento, ha quattro punti in più in graduatoria. Dopo questo trittico di partite, il campionato osserverà una sosta per consentire la disputa della Final Eight di Coppa Italia di categoria, la cui organizzazione è stata affidata alla società Poderosa Montegranaro e che vedrà la partecipazione delle prime quattro classificate del gruppo Est e del gruppo Ovest, al termine del girone di andata del campionato.

Giga Janelidze. Foto Andrea Chiaramida