Il centauro dorgalese continua la stagione esaltante dominando la quarta prova del Campionato Italiano Enduro classe 125. Nella Marche arriva primo nella categoria 125 under 23, ottenendo nella seconda manche il miglior tempo assoluto sulla linea (al cospetto di moto classe 250 e 300), che gli consente di mettere una seria ipoteca su questo campionato trovandosi a 1 gara dalla fine con 14 punti di vantaggio dal secondo.

Tutto rimandato al 7 ottobre quando si correrà a Reggio Emilia e dove potrebbe bissare il titolo ottenuto lo scorso anno. Intanto qualche settimana fa si è già messo in tasca il campionato italiano assoluto categoria Youth, a Bettola in provincia di Piacenza, proprio a casa del Team Osellini squadra per la quale corre da 3 anni e che in queste stagioni l’ha aiutato a crescere e gli ha dato un grosso aiuto anche economico necessario per mantenere gli standard della categoria che lo vede correre con l’Husqvarna.

Insomma una vita fatta sempre con la valigia sulle mani, ma senza mai dimenticare lo studio e che l’ha anche visto diplomarsi al Nautico con dei voti di tutto rispetto.

“Il sogno – sottolinea Claudio – sarebbe quello di vincere il campionato europeo. Mancano ancora 2 gare e per adesso sono primo. Incrociamo le dita e lavoriamo per ottenere questo sogno che si potrebbe avverare. Concentriamoci sulla penultima prova tra 15 giorni in Svezia”.

Continua comunque ad orbitare in nazionale Italiana opzionato nei “Talenti Azzurri” e a novembre partirà per il Cile, per rappresentare l’Italia tra i club team award alla Six Days. Nel 2019 il progetto sarebbe quello di gareggiare nel campionato mondiale 125, che lo vedrebbe costretto a traferirsi e vivere nella penisola, per potersi allenare al meglio in quanto in Sardegna l’allenamento è un po’ difficile per la mancanza di piste per questa disciplina.