Dopo lo spettacolare Sardegna Jumping Tour un altro evento di punta per l’equitazione della Sardegna: i Campionati Regionali di Salto Ostacoli 2020. Quest’anno l’evento è curato dal Circolo Ippico Gli Olivastri, che insieme alla Fise Sardegna e al Comune di Golfo Aranci organizza dal 16 al 18 ottobre 2020 (inizio ore 8:30) la manifestazione che vede in lizza i migliori cavalieri e cavalli sardi. La struttura è quella del Palahorse/Hippopark in località Campulongu lungo la vecchia strada per Golfo Aranci. Un impianto che ha debuttato felicemente in agosto con un concorso riservato alla Tappa Agris, Scuole Jump e Circuito Jump, richiamando anche turisti, che è poi uno degli obiettivi collaterali della scommessa sportiva fatta dal Circolo Ippico Gli Olivastri e dal Comune di Golfo Aranci.

In palio il titolo di campione sardo assoluto e delle varie categorie: C135/C140 per il II grado, C125/C130 per il I grado, B105/B110 per juniores e seniores, B110 per pony, oltre ai vari Trofei Open (C130, C120 e C115), Brevetti, Pony e Ludico.

Ogni categoria sosterrà tre prove. Saranno ben 42 le gare che verranno disputate nella tre giorni. Al termine verrà stilata anche la classifica per società, con l’attribuzione di 5 punti per ogni primo classificato, di 3 per i secondi e di 2 per i terzi.

Campionessa sarda in carica è Raffaela Montis su Otero, sella italiano allevato di Giuseppe Carta. L’amazzone del CI Sardinia e Horses ha preceduto l’anno scorso Giovanni Carboni su Rubacuori Baio, secondo per una sola penalità di differenza.

Un’amazzone anche sul gradino più alto del podio nel I grado: Natalia Mulas, del Grighine Asd, con Montiferu, anglo-arabo allevato da Giovanni Giuseppe Caratzu.