Dopo Blu e in attesa di Rosso arriva Verde, nuovo singolo del duo La Malasorte, nato dall’incontro tra il rapper Peter Proof (Pierluigi Conte) e la cantante di world music Claudia Giannotta.

La chiave del brano – secondo estratto da RGB, trilogia cromatico musicale che confluirà in un EP – è il rapporto con i propri genitori e di come, crescendo, ci si rende conto che le somiglianze, nel bene e nel male, diventino più nitide. Una vecchia foto del padre, ritrovata per caso, diventa l’oggetto su cui si sviluppa tutto il racconto. Un muro, quello tra padre e figlio/a, è il limite evidenziato nell’incipit del brano. Una difficoltà di comunicazione che, forse, sarebbe stata superabile con un semplice “ciao”, con la volontà di vedere il rapporto con occhi nuovi, svestendo i panni del figlio. L’interpretazione di ogni rapporto cambia a seconda degli occhi con cui lo vediamo, gli occhi del bambino appartengono ormai solo a quella foto.

«L’ironico nome “La Malasorte” per noi è un talismano: chiamare in causa la sfortuna è un modo per esorcizzarla. Almeno questo è quello che ci raccontiamo», scherzano Peter Proof e Claudia Giannotta. RGB è un lavoro autoprodotto e indipendente nato e registrato nello studio di Via Z. Il sound è un connubio di due generi che derivano dal background eterogeneo delle due menti: il rap e la world music. Il risultato è un sound sospeso tra il dream pop e il cantautorato italiano pieno di colori freddi e di sfumature sonore tutte da ascoltare. «Ogni colore diventa un’atmosfera, un messaggio, un punto di vista diverso, un modo non convenzionale di affrontare la realtà. Oltre le categorie musicali, poi, esistono solo incontri», proseguono. «Personalmente e musicalmente non siamo mai stati confinati in un solo ambito. Dopo il nostro incontro c’è stato bisogno di tanto lavoro, ma alla base bisogna essere predisposti a lasciare da parte i paradigmi di un genere o di un altro».

Claudia Giannotta, interprete e autrice impegnata dal 2010 nella ricerca della trasmissione orale nella musica. Inizia a cantare avvicinandosi inizialmente ad un repertorio dal respiro tradizionale esplorando le musiche del Mediterraneo. Dal 2018 scopre un profilo inedito, confrontandosi con esperienze musicali più urbane, come hip hop e indie. Peter Proof è un rapper e produttore attivo dal 2016 nel panorama hip hop. Dedito alla scrittura in rima da sempre, muove i primi passi nelle jam bolognesi e nel 2017 si sposta a Lecce per lavorare ad un nuovo progetto.