Bujumannu è il suo nome d’arte che tradotto in italiano è la combinazione di 2 parole: “buju”, che in patois significa “piccolo”, e di “mannu”, che in sardo significa grande. Quindi significa esattamente PiccoloGrande.

Simone Pireddu, in arte Bujumannu, viene da un piccolo paese di provincia del sud della Sardegna, Serramanna e dal 2005 è il cantante dei Train To Roots, una delle più importanti band reggae che infiammano i palchi italiani e non solo. Se parliamo dei Train To Roots, il lavoro è quello di squadra, dove per ogni pezzo che decidono di comporre sono sempre molto attenti ai contenuti e minuziosi per le varie scelte di sonorità e strutture.

Durante le produzioni da solista, Buju regala se stesso, la sua spensieratezza, un po’ della sua essenza in tutte le sue forme e colori, senza filtri, mettendo praticamente a nudo le debolezze, i punti di forza e le esperienze di vita. L’ondata di energia che investe il pubblico durante i concerti live è sempre molto forte e il messaggio che trasmette è una visione alternativa al grigiore e all’odio dei giorni nostri.

Il nuovo disco di Bujumannu si chiama Atlantide, è un progetto recente, in vendita da poco più di un mese su tutti gli store digitali. Da ieri ha iniziato a promuovere tramite le sue pagine social, un pacchetto articolato, in versione mp3 che comprende appunto “Atlantide” più l’album “Fatti Trasportare”, oltre al nuovo singolo in unplugged “Ora vi sento”. In allegato include anche testi, traduzioni dal sardo all’italiano, copertine dell’album e un jingle audio con dedica vocale personalizzata. Il tutto è offerto a un prezzo davvero speciale, un contributo simbolico di soli 5 euro che si può acquistare solo contattandolo privatamente tramite la sua pagina Facebook BUJUMANNU e Instagram @bujumannu.

Atlantide è un viaggio eclettico, introspettivo e divertente, dalle calde sonorità della musica in levare fino al dinamico funky groove. 13 brani attraverso i quali l’autore racconta esperienze ed emozioni che incontrano il cuore di chi ascolta e allo stesso tempo ci regala atmosfere talmente divertenti da poter infuocare ogni dancehall. Bujumannu non si preclude di certo collaborazioni con artisti con i quali condivide le principali missioni di vita e diffonde con loro messaggi di coraggio e Rivoluzione Umana. Canta inoltre la magia della sua terra, l’amata Sardegna, come un luogo mistico da scoprire e da vivere riconducendola con fierezza ad Atlantide, ragionamento che trova casa nel brano omonimo al titolo dell’album.

In un vero concentrato di fresca energia e messaggi per la sua “Positive Massive Army” Bujumannu dona tutto se stesso: “A noi il compito di difendere la Terra, regalare amore, speranza, forza per non smettere mai di combattere e trasformare l’impossibile in possibile. Un mondo migliore ovvero in pace e sano di valori” mentre “Al vento il compito di prendere per mano le rondini e di liberare questo cielo”.

Nella situazione attuale di pandemia globale in cui ci troviamo ora, serve la capacità di allungare il nostro sguardo all’orizzonte quando lo aspetteremo in tanti per presentare in concerto il nuovo disco Atlantide e i vecchi cavalli di battaglia.