Almost Midnight”, il nuovo album del cantante veronese Filippo Perbellini, molto apprezzato dalla critica e dai fans, si può considerare a tutti gli effetti un disco “made in USA”. L’intero album, uscito il 22 novembre, disponibile su tutte le piattaforme digitali, in formato e vinile e CD, è stato registrato a Los Angeles negli studi di Tommy Vicari, su etichetta Vicari Sound Organization, di proprietà del produttore americano. Quest’ultimo è un’icona fondamentale della discografia «black», ha lavorato con Prince, Ray Charles, Quincy Jones e Tina Turner e moltissimi altri.

«Questo nuovo album tutto made in USA – racconta Filippo Perbellini – è il frutto di anni di lavoro tra pre-produzione e realizzazione dove ho avuto l’onore e la fortuna di poter collaborare con uno dei più grandi produttori e sound engineer della California e del mondo, Tommy Vicari, il quale mi ha introdotto ai più grandi musicisti della west coast».

L’intero album, rientrante nella categoria classic soul e R&B, presenta la seguente tracklist: Goodbye so long, Sexy thing, Our love story, Almost midnight, Cant handle the truth, Rainbow sky, Outta here, Something to smile about, Billie Jean, tutti brani che contengono variegate contaminazioni musicali che si integrano perfettamente in un risultato finale davvero affascinante ed estremamente trascinante durante i concerti.

Filippo Perbellini nasce a Verona nel 1990. Cantante dal cuore e anima Rythm’n’Blues, inizia a studiare canto all’età di 7 anni . A 9 anni vince il festival di “Saint Vincent” e l’anno successivo partecipa al programma televisivo di Mike Bongiorno “Bravo Bravissimo”. Nel 2009 partecipa al “59°Festival di Sanremo” con Riccardo Cocciante interpretando il brano “Cuore senza Cuore”. Subito dopo esce il suo album d’esordio “Metà & Metà” primo artista italiano a registrare per Universal Music/Motown; in quegli anni collabora con Alex Britti, Neffa, Cesare Nolli, Roberto Kunstler, Pier Cortese. Nel giugno 2009 riceve il premio come miglior artista emergente da parte dell’AFI ai “Wind Music Awards” in Arena a Verona.

Dal 2010 lavora in studio tra Los Angeles e Londra con il produttore/fonico Tommy Vicari (Prince, Billy Preston, Ray Charles, Quincy Jones, Gino Vannelli, Christina Aguilera, Tina Turner). Il cantante Jeffrey Osborne il personale vocal coach del suo nuovo album, che vanta la presenza ai cori di Judith Hill e Bridgitte Bryant, storica corista di Stevie Wonder. Dal 2011 al 2017 è membro del progetto “JazzyFunk” (deep house) dove si esibisce in vari club/disco mondiali aprendo concerti e djset per Paris Hilton, Craig David e molti altri.

Il giovane artista veronese ha pubblicato il suo nuovo album “Almost Midnight” (Vicari Sound Organization) uscito il 22 novembre, disponibile su tutte le piattaforme digitali, formato vinile e formato CD, quest’ultimo solo per il mercato giapponese (P-Vine Records).