L’Associazione Efys Onlus con F4CR Network (Fight for Children’s Rights) e la cooperativa sociale Il Giardino di Clara / Typos e Radio Onde Corte, presentano la rassegna cinematografica GoodVibes, ideata all’interno del progetto “Good Vibes: la parola ai ragazzi” realizzato con il contributo dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza e finalizzato a promuovere e stimolare la cittadinanza attiva, la partecipazione e la libera espressione dei ragazzi.

Il progetto, dedicato a ragazze e ragazzi dai 13 anni, si è articolato in due percorsi laboratoriali: Radio Web e Cineforum. Nel Laboratorio di Radio Web ha fornito competenze relative alla strutturazione e realizzazione di un palinsesto radiofonico da inserire nella programmazione della Radio Web Onde Corte. La giovane redazione del Laboratorio Radio Web curerà la comunicazione e la promozione della rassegna cinematografica attraverso servizi e interviste. Nel Laboratorio Cineforum è stata progettatala rassegna cinematografica partendo da tematiche relative ai diritti di infanzia e adolescenza. I film, considerate le tematiche affrontate, sono destinati ad un pubblico dai 14 anni in su.

La Rassegna “Good Vibes – la parola ai ragazzi” Durante le attività del laboratorio sono state individuate dai partecipanti tre tematiche, legate ai diritti dell’infanzia e adolescenza: la relazione tra genitori e figli nelle seconde generazioni di immigrati, l’emancipazione femminile, la famiglia. Per ogni tema sono stati visionati dei film che affrontano queste tematiche e sono stati scelti i seguenti titoli: Tema relazione genitori e figli G2: Alì ha gli occhi azzurri (2012 | Italia | Regia di Claudio Giovannesi | Produzione Acaba Produzioni con Rai Cinema | durata 99 minuti | BIM distribuzione).Tema emancipazione femminile: Diamante nero (2015 | Francia | Regia: Céline Sciamma | Titolo originale: Bande de filles | Produzione Hold Up Films, Lilies Films, Arte France Cinéma | Durata: 113 min. | Distribuzione Teodora Film). Tema famiglia: A testa alta (2015 | Francia | Regia: Emmanuelle Bercot| Titolo originale: La Tête haute | Produzione: Les films du Kiosque in coproduzione con France 2 Cinéma, Wild Bunch, Rhone Alpes Cinéma, Pictanovo | Durata: 120 min. | Distribuzione Officine Ubu)

Alì ha gli occhi azzurri

La rassegna comincia domenica 12 maggio, alle ore 18.00 con la proiezione di Alì ha gli occhi azzurri: Ostia, il lungomare di Roma, inverno. Due ragazzi di sedici anni, alle otto del mattino, rubano un motorino, fanno una rapina, e alle nove entrano a scuola. Nader e Stefano: uno è egiziano ma è nato a Roma, l’altro è italiano ed è il suo migliore amico. Anche Brigitte, la fidanzata di Nader, è italiana, ma proprio per questo i genitori del ragazzo sono contrari al loro amore. Nader allora scappa di casa.

Diamante nero

Alì ha gli occhi azzurri racconta una settimana della vita di un adolescente che prova a disubbidire ai valori della propria famiglia. In bilico tra l’essere arabo o italiano, coraggioso e innamorato, come il protagonista di una fiaba contemporanea, Nader dovrà sopportare il freddo, la solitudine, la strada, la fame e la paura, la fuga dai nemici e la perdita dell’amicizia, per tentare di conoscere la propria identità. Il secondo film della rassegna Diamante nero sarà proiettato venerdì 17 maggio alle ore 18.00: Dopo lo straordinario successo di Tomboy, Céline Sciamma torna a raccontare la storia di una giovanissima protagonista in cerca di un’identità e di un posto nelmondo, con uno stile capace come pochi di catturare le emozioni più segretedell’animo femminile. Oppressa da una difficile situazione familiare e emarginata a scuola, Marieme si unisce a un gruppo di tre coetanee dallo spirito libero che le fanno conoscere quell’orgoglio e quella solidarietà che erano sempre mancati nella sua vita. Matrovare la propria strada verso l’età adulta si rivelerà più difficile del previsto. Presentato in apertura della Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes, Diamante Nero ha ottenuto quattro candidature ai César ed è stato finalista al Premio Lux del Parlamento Europeo.

A testa alta

Chiude la Rassegna sabato 18 maggio alle 18.00 A testa alta:Abbandonato dalla madre quando aveva sei anni, Malony entra ed esce dal tribunale dei minori. Attorno a questo giovane allo sbando si forma una famiglia adottiva: Florence, un giudice minorile vicino alla pensione, e Yann, un’assistente sociale a sua volta reduce da un’infanzia molto difficile. Insieme seguono il percorso del ragazzo e tentano testardamente di salvarlo. Poi Malony viene mandato in una struttura correttiva più restrittiva, dove incontra Tess, una ragazza molto speciale che gli dimostrerà che ci sono motivi per continuare a sperare.

La Rassegna si svolgerà presso il Centro di Quartiere La Bottega dei Sogni, in Piazza Savoia 4 a Cagliari.