Ad Alghero i positivi al COVID-19 sono 15, le persone in quarantena sono 10, sono 9 i soggetti guariti. “Alghero si comporta bene – ha detto il Sindaco – e questi sono i risultati. Ma non ci dobbiamo adagiare, la strada è ancora lunga”.

Procede intanto nell’Ospedale di Alghero il funzionamento delle attività. Un lieve incremento degli afflussi al Pronto Soccorso, ma in una condizione generale di normalità. La situazione è assolutamente sotto controllo, dopo l’esecuzione di tamponi a tappeto e nessun caso riscontrato negli ultimi dieci giorni.

Da domani, intanto, così come chiesto dal Sindaco alla Regione e all’Ats, comincia la serie di tamponi nelle case di riposo di Alghero. Per fortuna non si è verificato alcun caso, il Cra è stato blindato sin dall’inizio, ma la misura precauzionale si rende più che necessaria.

Intanto sono in via di distribuzione tra ieri e oggi da parte dei volontari, buoni spesa per 48.310,00 euro, per una media di 227 euro a famiglia. Le circa 1.200 domande pervenite entro la data del 9 aprile sono state pressoché totalmente accolte. Si valuta ora la riapertura dei termini per la messa in campo della restante quota non consegnata dei 60 mila buoni spesa stampati dall’Amministrazione. Un andamento positivo dell’iniziativa, alla quale si aggiungerà a breve l’utilizzo del 1,6 milioni di euro stanziati dalla Regione per le famiglie in difficoltà.

Consegnate finora oltre 3.600 mascherine ai cittadini, altrettante alle case di riposo. Oltre 2.100 consegnate ai volontari, medici, Polizia Locale. Sono in corso di distribuzione altre 6.300 dispositivi che in questi giorni vengono dati dai volontari nei pressi dei supermercati, farmacie, uffici postali, borgate. In arrivo, con utilizzo di fondi di bilancio, altre 20.000 mascherine.