Se si prova a digitare “implantologia” o “impianti dentali” su Google, si verrà subito travolti da una gran varietà d’informazioni di ogni tipo, spesso espresse con paroloni complicati.

Per questo motivo ho voluto scrivere questo breve articolo, in modo da chiarire quei pochi, semplici punti necessari a farsi un’idea chiara sul l’argomento. 

Partiamo dal nocciolo della questione. Che cos’è, in pratica, l’impianto dentale? Semplice: una vite di titanio puro che viene avvitata all’interno dell’osso che si trova sotto la gengiva. A questa vite, poi, si fisseranno dei nuovi denti fissi, chiamate corone

Si metterà, di solito, un impianto per dente mancante. Quando sono andati perduti, però, tutti i denti di un’intera arcata (mascella o mandibola che sia) si procederà con tecniche quali la “Toronto Bridge”, ovvero una protesi totale fissata su quattro o sei impianti, chiamate per questo “all on four” oppure “all on six”. 

Se si ha poco osso, salvo rare eccezioni, è ormai possibile rigenerarlo mediante un semplice intervento in cui si viene inserito del materiale biocompatibile che, in pochi mesi, andrà a ricreare materiale osseo a sufficienza per inserire la vite e applicare l’impianto.

Ma perché una persona dovrebbe mettere degli impianti?

Al di là della mera questione estetica, infatti, bisogna considerare che i denti non vanno mantenuti solo per bellezza, ma hanno uno scopo funzionale importante. Ogni volta che mangiamo muoviamo su e giù per dozzine, centinaia di volte mascella e mandibola, e ogni volta che i denti non si toccano correttamente tra loro li forziamo a muoversi in maniera scorretta.

Questa, sul lungo periodo (provate a moltiplicare nella vostra mente quei movimenti sbagliati per decine di migliaia di volte negli anni) porta ad altri problemi in bocca e non solo, anche nel resto del corpo. Come disse una volta un mio professore all’università: “C’è un motivo perché abbiamo tutti i denti, non ci possiamo permettere di perderli e sperare di rimanere in salute”.

La cosa interessante è che, anche nel caso in cui i denti siano stati trascurati a lungo, oggi con il carico immediato si può risolvere il problema in appena 24 ore! Se l’osso è solido e in quantità sufficiente, infatti, con un breve intervento chirurgico e una attesa di appena una giornata si può essere messi in condizione di uscire fuori dallo studio con un nuovo, smagliante sorriso!

Se qualcuno ti dice che il tuo caso è impossibile e che non puoi mettere gli impianti per mille e una ragione, prima di scoraggiarti rivolgiti ad un implantologo esperto, che saprà trovare la soluzione giusta al tuo caso!

Ogni mese il Dott. Massaiu risponderà ad uno di voi. Inviate le vostre domande a: dott.massaiu@shmag.it.