Talos Edizioni dà alla luce in questi giorni l’ultimo romanzo della scrittrice sarda Daniela Piras. Il libro, intitolato “Un modo semplice”, racconta la storia di due studenti che si incontrano in un locale di una piccola città universitaria e che intrecciano una relazione.

Si tratta di una storia come tante che, ad un certo punto, si frantuma. Uno dei due comincia una persecuzione nei confronti dell’altro, tutto questo avviene in un tempo in cui non si parla ancora di “stalking”.

La storia si evolve su due binari paralleli, attraverso la stesura di due diari, quello di “lei” e quello di “lui”. I due protagonisti trovano nella scrittura il modo di raccontarsi e, allo stesso tempo, cercano di uscire dallo stallo, dal dolore, dalla solitudine, dall’impotenza. L’artificio narrativo scelto dall’autrice svela la duplicità della stessa storia e invita a ragionare sul fatto che mai niente è soltanto “bianco” o “nero”.

I temi affrontati sono quelli della violenza psicologica e fisica, del ricatto emotivo, dello stalking. Il romanzo vanta la prefazione della dottoressa Cinzia Mammoliti: criminologa, consulente, ricercatrice e docente in ambito criminologico per Forze dell’ordine, Ordine degli Avvocati e degli Psicologi, operatori di Centri Antiviolenza e scuole. Precursore in Italia sull’argomento manipolazione relazionale e violenza psicologica, ha scritto numerosi saggi ed è ritenuta tra i massimi esperti nazionali in materia.

Dalla prefazione: «Il libro riesce a scandagliare i suoi due protagonisti fin nel profondo, dandoci tanti, tantissimi spunti sui cui riflettere, sui rapporti tra uomo e donna, ma soprattutto su come possiamo andare avanti dopo la situazione peggiore di tutte, un errore del passato. La colpa, o la paura, che si insinua dentro ognuno di noi senza mai darci pace».

Titolo: Un modo semplice
Autore: Daniela Piras
Illustrazione copertina: Daniele Ricciu – Danyart
Genere: Romanzo
Casa Editrice: Talos edizioni
Pagine: 127
Prezzo: €12,00
ISBN: 978-88-32120-12-7

Daniela Piras è nata a Sassari. Giornalista pubblicista, si è laureata in Scienze della Comunicazione e Giornalismo presso la Facoltà di Scienze Politiche di Sassari. Collabora con varie testate giornalistiche locali ed è redattrice della rivista “Camineras”. Ha all’attivo la pubblicazione di una raccolta di racconti e poesie Parole sugli alberi (2011), un romanzo Village (2013), una raccolta di racconti intitolata Crash [Marco Del Bucchia, 2015]. Per Talos Edizioni ha già pubblicato, nel 2017, un romanzo dal titolo Leo.