Tra i 60 i finalisti provenienti da ogni angolo d’Italia che sabato 24 ottobre 2020 alle ore 15:30 presso la sala S.O.M.S. di Via Borgogna in Vercelli si sfideranno davanti alla III commissione di giuria per aggiudicarsi il titolo europeo Wilde 2020, ci saranno anche cinque sardi: Carla Maria Casula (Alghero) con l’opera “Ero donna”, Anna Maria Brughitta (Gesturi) con l’opera “Un bacio di luna”, Barbara Cannas (Nuoro) con l’opera “Sa Solidae”, Giuseppina Fenu (Nuoro) con l’opera “Nel giardino delle esperidi”, Simona Carboni (Cagliari) con l’opera “A passo di sandalo”. Dovranno sfidarsi con poeti e poetesse in erba e professionisti. Si sfideranno tre le categorie: giovanissimi, giovani ed over.

I nominativi della commissione di giuria sono tenuti segreti per evitare contaminazioni. Daniele Cappa e Piero Sardo Viscuglia, i patron del Premio, lasciano solo trapelare che sarà composta da docenti, giornalisti e professionisti.

Durante l’evento verranno attribuiti anche due premi speciali tra i quali il Premio Speciale Quotidiano La Notte. Inoltre verranno attribuiti i Wilde VIP European Award 2020, onorificenza riservata a personaggi dello show biz, giornalismo, moda e costume, che si sono contraddistinti per meriti culturali e sociali. Carmen Russo, Enzo Paolo Turchi, Luciana Serra, Leo Gullotta, Gerry Scotti e Mina sono solo alcuni dei nomi insigniti del Wilde VIP European Award.  

Premio Wilde è patrocinato dall’OPE Osservatorio Parlamentare D’Europa e del Consiglio d’Europa, AUGE Accademia Universitaria degli studi giuridici Europei, Spoleto Festival Art, Quotidiano La Notte, Skup Magazine e Associazione Noi Polizia. 

L’ingresso è gratuito e libero ma sarà controllato per garantire la massima sicurezza anti Covid. 

L’elenco completo dei finalisti è consultabile sul sito premiowilde.org.