L’estate del mercato sta ridefinendo, sul campo, il volto del Sassari calcio Latte Dolce, società che dopo aver ottenuto la prima storica salvezza nel campionato di serie D, ripartendo dal risultato raggiunto e dalle consapevolezze costruite in anni di pallone – soprattutto sul fronte Settore Giovanile – ha deciso di evolversi, crescere e sviluppare il suo potenziale. Nessuna contrapposizione, nessun egemonico proclama: voglia di essere, di esserci e di fare bene, tendendo la mano a chi la accoglie, facendo calcio, e provando a farlo bene: «Perché farlo bene e con serietà paga sempre».

Nuovi soci come Abinsula a Matica Srl, già in passato sostenitori del club, hanno portato nuova linfa ad un progetto che allargata la base, caricato ulteriormente di entusiasmo l’ambiente, è ripartito nel segno dell’apertura, della voglia di dare stabilità e concretezza ad un modello calcistico che è applicabile, ha funzionato. E funziona, come dimostrano i fatti, risultati compresi.

Il Latte Dolce nasce come espressione sportiva d’un quartiere della città di Sassari. Risposta all’esigenza di una piccola comunità al cospetto della città stessa. Occasione di riscatto e di crescita, opportunità offerta ai più i giovani di formarsi all’ombra dello sport, di portare speranza e sorrisi fra la gente del quartiere che, con lo scorrere del tempo, si è sempre più identificata con i colori della sua squadra di calcio.

 

Dopo Cagliari (serie A) e Olbia (Lega Pro) la società biancoceleste è assieme ai team sardi prossimi protagonisti della quarta serie italiana, degna rappresentante della città di Sassari: «La città di Sassari rappresenta un intero territorio, ha dato il nome alla Brigata Sassari, ha dato i natali a due Presidenti della Repubblica: una città importante, insomma. Latte Dolce è un quartiere di Sassari, Sassari è parte integrante del dna della società e sangue sassarese scorre nelle vene di dirigenti, tecnici e gran parte dei giocatori. Per questo, per un senso di reale appartenenza unito ad un sentimento di piena apertura alla città in tutte le sue espressioni, la nuova denominazione societaria è Sassari calcio Latte Dolce, fusione di tutto ciò che importa ed è importante per riconoscere l’intento e la provenienza della squadra e della società. Rappresentiamo la città nel campionato nazionale della serie D e ne siamo onorati. Siamo onorati di avere al centro del nuovo logo lo stemma della città, già presente in passato ma ora valorizzato da una nuova veste grafica. Abbiamo anche fatto un restyling ai completi gara, che rappresenteranno anch’essi i tre più importanti simboli della città».

Sul logo, rielaborazione di quello precedente, restano chiari i colori sociali – il bianco e il celeste -, il nome Sassari troneggia sullo scudo a ribadire il concetto sopra citato, permane anche la scritta Latte Dolce, chiaro e orgoglioso riferimento alle origini, mentre al centro fa bella mostra di sé e dei suoi colori lo stemma della città di Sassari, riconosciuto e riconoscibile vessillo che identifica tutti i cittadini.