Ottima vittoria esterna per la Hertz Cagliari Dinamo Academy nella prima giornata di ritorno della Serie A2 di basket. La squadra di coach Iacozza ha espugnato il campo della Unieuro Forlì, imponendosi con il punteggio di 101-87, al termine di un match praticamente sempre condotto e ben indirizzato dalla propria parte molto presto.

Buon avvio di gara per l’Academy, che usciva dai blocchi con un pronto 7-0. Dopo qualche minuto e l’iniziale momento di smarrimento, Forlì reagiva con Giachetti, De Leurentiis e Marini, riportandosi ad un soffio dagli ospiti, sul 10-12, a 6’22” dalla prima sirena. Il nuovo mini-allungo della Hertz arrivava per mano di Miles e Rullo, ma negli ultimi minuti il ritorno della Unieuro si faceva più incisivo ed i padroni di casa mettevano il naso avanti sul 21-20. La frazione terminava sul 25-23 ospite.

Botta e risposta in avvio di secondo quarto e piccolo break dei forlivesi, che si portavano sul 33-29 dopo 2’20” di gioco. Ma la difesa della squadra di coach Valli era tutto fuorché perfetta e la Hertz ne approfittava. Allegretti, Rullo, Miles e Janelidze andavano a nozze e trascinavano i rossoblù ad una serie di massimi vantaggi in doppia cifra. A 28” dall’intervallo il tabellone segnava 54-36 per la formazione cagliaritana. Si andava poi negli spogliatoi, per la pausa lunga, dopo un canestro di Lawson, sul 54-38 per l’Academy.

Al rientro in campo, Cagliari toccava subito il +20, 60-40, col trio Miles-Rullo-Johnson e per Forlì era notte fonda. Nella seconda parte del quarto, la Hertz allungava ulteriormente il passo, fino al +25, segnato da Miles a 3’01” dalla terza sirena. Al 30’, dopo una timida reazione forlivese, il tabellone “diceva” 61-80.

Marini infilava la tripla nella prima azione degli ultimi 10’, dall’altra parte andava a segno Johnson, poi De Laurentiis veniva sanzionato con un fallo più un tecnico per proteste. Forse il periodo peggiore per commettere una simile ingenuità. L’Academy riprendeva nuovamente quota, andando a toccare il +26 con Miles, a 5’03” dalla fine del match. Gara virtualmente chiusa e la Hertz mollava un po’ la presa.