Promessa mantenuta. All’inizio del suo mandato il presidente dell’Automobile Club di Sassari, Giulio Pes di San Vittorio, aveva assunto l’impegno di restituire agli antichi fasti la “Alghero – Scala Piccada”, la regina delle cronoscalate automobilistiche in Sardegna e una delle gare più longeve e blasonate in Italia. A distanza di tre anni e dopo che le ultime edizioni della kermesse hanno registrato un crescente consenso tra piloti, addetti ai lavori e appassionati – ma anche tra gli attori istituzionali ed economici del territorio, considerato il ritorno in termini promozionali e di flussi turistici che la manifestazione è in grado di generare – oggi nella sala di rappresentanza del Comune di Alghero è stata presentata la 59° edizione della sfida che si corre lungo i tornanti in salita della statale 292 Nord Occidentale Sarda, principale via di collegamento tra Alghero e Villanova Monteleone, 6 chilometri e 285 metri tra scenari mozzafiato, panorami straordinari e curve estremamente impegnative.

Ebbene, quella che andrà in scena dall’11 al 13 settembre 2020 è decisamente l’edizione che certifica il rispetto di quella promessa solenne fatta da Pes di San Vittorio e dal resto del management di Aci Sassari. Oltre a registrare oltre ottanta iscrizioni alla gara – fatto eccezionale a maggior ragione in tempi di restrizioni sanitarie “causa Covid 19” – quest’anno la gara è valida per il Campionato Italiano Velocità Montagna oltre che per il Trofeo Italiano Velocità Montagna.

Ma la “Alghero – Scala Piccada” è il simbolo più evidente di una gestione che tra l’altro ha permesso di rimettere ordine nelle casse e nella struttura amministrativa dell’ente, di riorganizzare adeguatamente i servizi territoriali, di aumentare il numero degli iscritti e di lavorare intensamente sull’educazione e sulla sicurezza stradale grazie a una rinnovata alleanza con le istituzioni locali e con il “pianeta scuola”, ma anche di motori e ambiente, di promozione del territorio e di tanti altri temi fondamentali per i processi di sviluppo del Nord Sardegna di cui oggi Aci Sassari è attore protagonista.

A dimostrazione della volontà di trasformare l’evento automobilistico in un’occasione di promozione del territorio e delle sue eccellenze, Aci Sassari e i suoi partner – a iniziare dall’assessorato regionale dello Sport e dal Comune di Alghero – hanno deciso di rinnovare l’appuntamento con “Casa Sardegna”, il villaggio che sarà allestito a ridosso del parco assistenza di via della Resistenza e che consentirà di ammirare e scoprire tutte le peculiarità della Sardegna e di degustare alcune eccellenze della produzione tipica sarda. L’evento è stato realizzato col supporto di Mirtò, l’agenzia specializzata di Nicola Mancini, che da anni è partner nelle principali manifestazioni del territorio dedite alla promozione dell’isola, e della Camera di Commercio del Nord Sardegna, che ha inserito l’iniziativa tra gli appuntamenti di Salude&Trigu.