La pista da riqualificare ha una superficie di 5 mila metri quadri.

Proseguono allo stadio dei pini i lavori per la realizzazione del nuovo manto della pista di atletica. La ditta incaricata delle opere, tra giugno e luglio quindi ai primi di settembre, ha rimosso e ripristinato in parte la vecchia pavimentazione sportiva in cattive condizioni e i cordoli perimetrali.

Gli operai hanno effettuato una serie di operazioni di fresatura e di pulizia dell’intera pista, per consentire il corretto ancoraggio della nuova pavimentazione.

La ditta ha poi steso il colato nero nella pedana del salto in alto e del salto in lungo, così da riconfigurare i livelli del fondo e prepararlo per la posa della nuova pavimentazione definitiva.

sassari_stadio_pini_2

Sono state realizzate, inoltre, le pedane per il lancio del peso e del giavellotto, oltre alla pedana con gabbia per il lancio del martello. Sono stati ripristinati poi la fossa siepi e le pedane dei salti.

La ditta quindi ha completato l’approvvigionamento di tutto il materiale necessario all’intervento di retopping e delle necessarie attrezzature per l’esecuzione delle lavorazioni. La superficie di pista da riqualificare è di 5 mila metri quadrati e resta invariata la sua caratteristica con le sei corsie già omologate dalla Fidal.

Nelle settimane scorse, infine, gli operai avevano già provveduto alla rasatura e allo sfalcio dell’erba nel campo interno alla pista, nelle aree laterali e nella zona di contorno della nuova pavimentazione. Erano stati abbattuti anche alcuni alberi situati vicino alla pista e le cui radici rischiavano di compromettere l’integrità della pista.

sassari_stadio_pini_1

L’intervento sulla pista dello stadio dei pini è inserito nel piano triennale delle opere pubbliche 2015 – 2017 ed è stato finanziato dalla Regione Sardegna con 500.000 euro attraverso il programma impiantistica sportiva del Fondo di sviluppo e coesione (Fsc) 2007-2013. Il Comune investe 50 mila euro di fondi propri. A questi si aggiungono i 50 mila euro stanziati ad agosto dalla Regione.