Due mattine, il lunedì e il sabato, sempre in piazzale Segni, con le postazioni suddivise tra produttori, alimentari e non alimentari. È questo l’accordo raggiunto oggi tra l’Amministrazione comunale e l’associazione Nazionale ambulanti e Confcommercio ambulanti. Ieri il sindaco Gian Vittorio Campus aveva firmato la nuova ordinanza con la quale definiva le aree mercatali e le regole per fruirne in totale sicurezza, in funzione della tutela degli interessi collettivi e della salute pubblica, tenendo conto delle modalità di verifica degli accessi all’area mercatale, dei percorsi interni e dei controlli rivolti a evitare gli assembramenti e ad assicurare il fondamentale obbligo del distanziamento interpersonale. Un documento propedeutico all’incontro di oggi, durante il quale sono state ascoltate le esigenze degli operatori e si è trovata di concerto la soluzione migliore.

Pronti a ripartire lunedì mattina, dunque, con il numero di stalli consentiti dalle norme di sicurezza, assegnati proporzionalmente tra le diverse categorie: produttori, alimentari e non alimentari.

Durante l’incontro è stata anche raggiunta una intesa tra l’Amministrazione e i rappresentanti degli ambulanti per un rilancio del settore e per una rivisitazione di concerto di tutte le aree mercatali nel comune di Sassari. Tra le proposte sul tavolo anche la possibilità di realizzare aree mercatali costiere nel periodo turistico.