Uno spettacolo teatrale alla scoperta della filiera del riciclo di carta e cartone. È l’iniziativa che si è tenuta stamattina al teatro Civico, organizzata da Comieco (consorzio nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica) in collaborazione con il Comune di Sassari, Ambiente Italia srl – Consorzio Formula Ambiente che rientra nella seconda edizione del Mese del riciclo di carta e cartone.

Guidata dal giornalista e autore Luca Pagliari, la platea di studenti e studentesse è stata introdotta nel mondo della carta, materiale che si rigenera più volte, simbolo di una circolarità virtuosa in cui lo scarto diventa una preziosa risorsa.

L’evento è inserito nella campagna nazionale promossa da Comieco, che anche quest’anno gode della collaborazione con la Federazione della carta e della grafica, Assocarta, Assografici e Unirima e il patrocinio di Anci, di Progetto economia circolare di Confindustria, del ministero dello Sviluppo economico e del ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare.

Tema portante del racconto è stata l’importanza di una corretta raccolta differenziata. La narrazione ha illustrato le buone pratiche da seguire e le varie tappe del percorso che porta uno scatolone o un giornale a trasformarsi in nuova materia prima. Un percorso che sarebbe impossibile senza la collaborazione del cittadino, il quale, nella vita di tutti i giorni, conferendo la carta e il cartone nell’apposito contenitore, diventa protagonista di un gesto di civiltà e di rispetto nei confronti dell’ambiente e della comunità.

«L’educazione ambientale, soprattutto dei più giovani, può passare anche dal teatro che veicola contenuti in maniera divertente. Per questo sposiamo sempre con entusiasmo iniziative come quella di oggi» ha sottolineato il sindaco di Sassari Nicola Sanna.

«L’iniziativa – ha aggiunto l’assessore alle Politiche ambientali Fabio Pinna – rientra nel percorso di coinvolgimento della cittadinanza che il Comune di Sassari porta avanti da tempo, con il lavoro degli ecovolontari, con eventi come Gartbage, che trasforma i cassonetti in opere d’arte e con i quiz realizzati da Tamalacà. Siamo profondamente convinti che l’informazione possa essere affidata anche a canali differenti».

Il Comune di Sassari nel 2018 ha ottenuto risultati più che positivi, raccogliendo 65 chilogrammi di carta e cartone per abitante, un dato superiore alla media nazionale che si aggira intorno a un pro capite di 55 chilogrammi. L’impegno della cittadinanza e dell’Amministrazione nel separare e raccogliere correttamente il materiale si è tradotto in oltre 400mila euro di corrispettivi economici erogati da Comieco.