La Raimond Handball Sassari cede a Conversano nel big match della quindicesima giornata del massimo campionato. 19-18 il punteggio finale con cui i ragazzi di Tarafino si sono imposti sui rossoblù. S’interrompe così la striscia positiva dei sardi, arrivati in Puglia con una striscia di sei vittorie consecutive. Brzic e compagni rimangono a quota 19 punti in classifica, tornando a occupare la sesta piazza e rimanendo in piena corsa playoff.

L’avvio di gara, come del resto tutti i sessanta minuti, viaggia sui binari dell’equilibrio. Il 2-0 con cui i sassaresi aprono la contesa rimane uno dei break più significativi. Il punteggio basso è sintomatico della fisicità messa sul terreno di gioco (7-7 al 23’). A due minuti dall’intervallo, Conversano guadagna il +2, ma il gol di Taurian, a 15” dalla sirena consente agli ospiti di rientrare negli spogliatoi col minor ritardo possibile (9-8).

In apertura di ripresa, Brzic impatta. Laera, Giannoccaro e Leal regalano ai pugliesi il massimo vantaggio (12-9 al 39’), ma la reazione della Raimond non si fa attendere tant’è che arriva il contro parziale che rimette in equilibrio il punteggio. L’ultimo quarto di gara inizia con le contendenti perennemente a stretto contatto. La capolista ritrova tre gol di vantaggio al 54’ (18-15), ma i rossoblù non ci stanno rimettendo in dubbio il risultato grazie ai gol di Stabellini e Braz. Negli ultimi tre minuti si segna poco, Leal e Nardin fissano il punteggio finale sul 19-18, non prima dell’ultimo tentativo di Stabellini, infrantosi sul muro di Leal a 2” dal termine.

Conversano-Raimond Sassari 19-18 (9-8)

CONVERSANO: Hermones, Giannuzzi, Laera 2, Giannoccaro 2, De Giorgio 1, Di Giandomenico, Carso, Sperti 3, Iballi E., Iballi A. 4, Dainese 1, Lupo 3, Leal 2, Venturi 1. ALLENATORE: Alessandro Tarafino

RAIMOND SASSARI: Pereira 8, Nardin 3, Del Prete, Delogu, Spanu, Bomboi, Taurian 2, Voliuvach, Braz 3, Stabellini 1, Brzic 1, Guggino. ALLENATORE: Luigi Passino

Le parole di Andrea Giordo. “Abbiamo disputato un’ottima gara. Faccio i complimenti ai ragazzi per non aver mai mollato, anche quando i nostri avversari si sono portati sul +3 a tre minuti dalla fine. Questo è un grande gruppo di ragazzi, secondi a nessuno per cuore e volontà. Come raccontato dal punteggio, la partita è stata sempre equilibrata. Alla fine, hanno deciso gli episodi che, stavolta, non ci hanno sorriso. Sono comunque orgoglioso della prestazione, arrivata al cospetto di una delle squadre più forti del campionato. Non eravamo al meglio, siamo arrivati in Puglia piuttosto incerottati ma siamo comunque riusciti a dire la nostra in un campo difficile”.