Per la prima volta da quando sono scattate le misure per contenere il diffondersi del coronavirus, ieri la Polizia locale di Sassari non ha dovuto sanzionare nessuno, né privati né esercizi, nonostante i 64 controlli alle persone e 38 alle attività.

Complice la pioggia incessante di mercoledì, il Comando ha deciso di concentrare l’attività negli esercizi commerciali e nelle varie attività del territorio. Sono stati controllati i contingentamenti all’interno delle strutture e gli eventuali assembramenti all’esterno, la presenza del gel sanificante e il rispetto della normativa a tutela dei dipendenti sull’utilizzo delle mascherine e dei guanti. Tutto è risultato in regola.

La collettività ormai da molto tempo ha capito l’importanza delle norme emanate per contenere la diffusione dei coronavirus, anche se queste causano una forte limitazione nella libertà di spostarsi e un obiettivo sacrificio.

Dai primi giorni di emergenza sanitaria, l’Amministrazione ha lanciato un appello chiaro alla popolazione: ridurre allo stretto necessario le uscite, anche quelle previste nelle autocertificazioni. È fondamentale che sia una sola persona per nucleo familiare ad andare per acquistare generi di prima necessità e che questo avvenga il più raramente possibile. Il Covid-19 può essere anche asintomatico, quindi si può essere portatori senza avere alcun sintomo: ridurre quanto possibile i contatti tra persone a oggi è l’unico modo per contenerlo.

Il Comune di Sassari ricorda che è quotidianamente aggiornato sul sito comune.sassari.it l’elenco delle attività che svolgono consegne a domicilio di beni di prima necessità e farmaci. Gli esercizi che intendono aderire possono inviare una mail a protezionecivile@comune.sassari.it.