Apertura a un incontro istituzionale che metta al tavolo tutti i soggetti coinvolti, dalla Regione al Cat, dalle aziende sanitarie e ospedaliere regionali interessate dal servizio agli stessi operatori economici. Questa la proposta dell’Aou di Sassari, già presentata a gennaio scorso sulla questione dei servizi di portierato e guardiania, e ribadita proprio ieri dai vertici aziendali all’incontro al ministero dello Sviluppo economico.

L’Aou, infatti, era stata invitata a partecipare a un incontro che aveva per tema centrale l’applicazione della clausola sociale al nuovo appalto per i servizi integrati di vigilanza armata, portierato ed altri servizi, affidato dopo gara bandita dal Cat Sardegna alla società Coop Service Scpa, subentrata al Gruppo Secur.

Il direttore generale Antonio D’Urso e il direttore amministrativo Lorenzo Pescini hanno esposto al consigliere per le crisi d’impresa e del lavoro del ministro Di Maio, Francesco Vanin, le azioni poste in essere dall’azienda di viale San Pietro.

Tra queste i due direttori hanno ricordato, tra l’altro, l’attivazione di un sistema di verifiche aziendali finalizzato al controllo sulla correttezza dell’operato della ditta aggiudicataria.