Recentemente è stato sottoscritto un significativo accordo tra le organizzazioni sindacali e la direzione generale Atp di Sassari, frutto del meticoloso esame delle diverse criticità emerse nel corso dell’ultimo anno di attività. Anno durante il quale l’Azienda di Trasporto Pubblico ha avviato un sostanziale rinnovo dei suoi servizi modificando linee orari e percorsi.

Antonio Sias, segretario della Uil Trasporti: «Le organizzazioni sindacali, grazie alle segnalazioni dei cittadini utenti, di alcune Associazioni di categoria ed al prezioso contributo dato dal personale in servizio, hanno richiesto ufficialmente alla direzione Atp di procedere ad una serie di variazioni sostanziali, utili a dare nel breve periodo risposte e soluzioni ai problemi e disagi evidenziati dai soggetti sopra citati. Il tutto, naturalmente, previa concessione delle dovute autorizzazioni e compatibilmente con i necessari tempi da concedere a cittadini e utenti per ricevere le doverose informazioni a riguardo».

Fra gli aspetti più significativi dell’accordo, contenuto in un corposo e dettagliato verbale, sono da segnalare il ripristino del doppio capolinea della linea numero “3” con doppio passaggio in via Togliatti, la riattivazione del collegamento tra la zona di Monserrato e il quartiere di Latte Dolce, l’avvio – seppur in forma sperimentale – del servizio di collegamento tra la regione Filigheddu e il centro cittadino. «Il tutto accompagnato da una serie di modifiche a orari e servizi volte a garantire una attività di guida meno gravosa e stressante per i conducenti» sottolinea Sias.

Proprio quello legato alle condizioni di lavoro è problema più volte evidenziato che sta particolarmente a cuore alle rappresentanze sindacali. Come del resto quello dei servizi igienici da mettere a disposizione del personale, la cui auspicata soluzione arriverà grazie all’attuazione di una serie di modifiche alle ubicazioni dei capolinea, che per quanto possibile saranno ancora più vicini al perimetro urbano e, possibilmente, adiacenti ad attività commerciali o esercizi pubblici, in considerazione della sicurezza e dell’incolumità da garantire agli addetti ai lavori e ai passeggeri.

 

«A tal proposito l’Azienda ha dato sufficienti garanzie in merito a quanto richiesta dalle organizzazioni sindacali, ribadendo che non ci saranno trattenute salariali nei confronti di quanti, per naturali necessità si dovessero momentaneamente assentare dal servizio, ad eccezione di casi di evidente abuso. La UilTrasporti sarà ferma e intransigente nel vigilare sulla corretta applicazione degli accordi, con l’obiettivo di dare un fattivo contributo al miglioramento del servizio fornito ai cittadini ed a tutela della credibilità, della dignità personale e del ruolo lavorativo che, con assoluta professionalità, viene svolto da tutto il personale Atp Sassari». Il segretario della Uilt ricorda inoltre che «i valori e le professionalità non si possono sacrificare all’altare della banalizzazione, ancor meno se gli scopi sono estranei all’attività lavorativa aziendale». Antonio Sias, segretario della Uil Trasporti