La Dinamo Banco di Sardegna sigla la terza vittoria in fila e debutta con una vittoria nella regular season di Basketball Champions League. Spissu e compagni partono bene con un ottimo approccio offensivo e difensivo che contiene gli avversari, fino a toccare il massimo vantaggio di +18- Il primo tempo si chiude 44-30 tutto in favore dei padroni di casa: al rientro dall’intervallo lungo gli uomini di coach Erdogan provano a riprendersi l’inerzia del match e dal -14 si portano fino a -6. Reazione solida del Banco che nel momento più difficile risponde sul campo con unità di intenti e grinta: spiccano la prestazione monstre di Marco Spissu, autore di 22 punti con 6/9 da tre, ola doppia doppia sfiorata di Miro Bilan (16 pt, 9 rb) e gli 11 di Filip Kruslin che, nel momento più difficile, infila due bombe di importanza capitale. Bene Vasa Pusica, partito in quintetto (9pt, 6 as), ed Eimantas Bendzius (9pt). Debutto in Basketball Champions League per Jason Burnell, molto utile su ambo i lati del campo, e Kaspar Treier (3 pt, 3 rb): menzione speciale per un Justin Tillman in crescita a referto con 17 punti con 8/12 al tiro e 7 rimbalzi.

Starting five biancoblù con Spissu, Bilan, Burnell, Bendzius e Gentile, coach Erdogan risponde con Hamilton, Macon, Motum, Atar e Koksal. Gli ospiti aprono le danze con Atar, MarcoSPissu colpisce dall’arco e porta avanti i padroni di casa. Il Banco trova il primo strappo condotta da Bendzius, a segno dai 6.75, e Bilan per il 14-8. Pusica, partito in quintetto, si iscrive a referto con i primi 4 punti per il raddoppio biancoblù 20-10. Il canestro di Motum chiude la prima frazione 20-12.

Nel secondo quarto c’è l’ottimo impatto dalla panchina di Justin Tillman, che infila 9 punti, e debutto assoluto in una competizione continentale per Kaspar Treier che ripaga la fiducia di coach Pozzecco con 3 punti. La Dinamo scrive il massimo vantaggio di +18 con la tripla di Spissu (4/4 da tre) sul 38-19. Gli ospiti provano ad accorciare con Macon e Hamilton, alla seconda sirena dice 44-30.

Nel secondo tempo il Galatasaray entra in campo con la voglia di rientrare in partita: suona la carica il 5-0 in avvio ma la Dinamo ricaccia indietro i turchi con Pusica, Bilan e Bendzius. La coppia Macon-Hamilton però trascina gli ospiti e li porta fino a -6. Ma la Dinamo regge l’impatto e nel momento più difficile trova uno Spissu sontuoso dai 6,75 (5/6) che chiude al 30’ con il vantaggio in doppia cifra nonostante la schiacciata di Hamilton (65-55).

Nell’ultima frazione succede di tutto: nuovo +15 sassarese con la tripla di Kruslin. Caos in campo: antisportivo sanzionato a Tillman ma in lunetta va a tirare i liberti Motum e non Arslan. Sanzionato con il tecnico la protesta di coach Pozzecco: ma i giganti rispondono sul campo con due triple di Kruslin, che fino a d allora aveva tirato con 0/5 dall’arco, e la sesta bomba di Spissu. Con le unghie e con i denti la Dinamo si riporta avanti in doppia cifra, con il diciassettesimo punto di Justin TIllman. Il Banco si riprende l’inerzia della sfida, alla sirena finale il tabellone dice 93-84.

Dinamo Banco di Sardegna Galatasaray 93-84
Parziali: 20-12; 24-18; 21-25; 23-24.
Progressivi: 20-12; 44-30; 65-55; 93-84.

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 22, Bilan 16, Treier 3, Pusica 9, Kruslin 11, Devecchi, Re, Burnell 6, Bendzius 9, Gandini, Gentile, Tillman 17. All. Pozzecco
Assist: Spissu 8 – Rimbalzi: Bilan 9

Galatasaray. Hamilton 19, Hunter, Macon 20, Ermis, Arslan 9, Motum 24, Atar 9, Williams 3, Olmmaz, Erdeniz,Koksal, Donat. All. Ertugrul Erdogan.
Assist: Hamilton, Arslan 4 – Rimbalzi: Motum 7

Il commento di coach Gianmarco Pozzecco e Filip Kruslin

Nel post partita ad aprire il commento nella conferenza stampa in diretta è il giocatore Filip Kruslin, autore di 11 punti e di due triple di importanza capitale nell’ultimo quarto. “Voglio prima di tutto congratularmi con la squadra e lo staff _ha esordito Filip Kruslin_, era fondamentale partire bene in Basketball Champions League, vincere contro una squadra come il Galatasaray vale ancora di più. Siamo sempre rimasti in controllo della partita sin dal primo tempo nonostante qualche difficoltà nel secondo. Ognuno di noi ha dato il contributo a questa vittoria e questa è la cosa più importante. I miei due tiri? Non credo sia stata quella la chiave, l’importante è vincere e lo abbiamo fatto di squadra. Questa è l’unica cosa che conta”.

Non cela la soddisfazione coach Gianmarco Pozzecco per la vittoria dei suoi ragazzi: “Devo fare i complimenti al Galatasaray, non è facile viaggiare in un periodo come questo e son sicuro che la pandemia possa togliere concentrazione. I nostri avversari son stati molto bravi e ci hanno messo in difficoltà fino alla fine. Per quanto riguarda i miei sono molto contento perché abbiamo diversi giocatori alla prima esperienza in una coppa europea e in questi casi le strade sono due: partire molto concentrati o farsi prendere dalla tensione. I miei penso siano stati bravi a partire tutti estremamente concentrati dall’inizio della partita senza farsi coinvolgere dalla pressione. Prima della partita avevo chiesto unità di intenti e sfrutto l’occasione per ribadire che io non voglio che i giocatori facciano contento me, devono essere loro quelli contenti. Il mio ruolo è quello di indicare loro la strada e voglio che tutti vadano nella stessa direzione. Oggi tutta la squadra ha giocato con gli stessi intenti, son contento per Tillman e Pusica ma in generale per tutti, le ultime due partite mi hanno soddisfatto al di là del risultato. Sono davvero contento”.