La Dinamo Banco di Sardegna Sassari perde nettamente la gara-7 di finale e lo scudetto del basket va alla Reyer Venezia. La squadra di coach Gianmarco Pozzecco è uscita sconfitta dal Taliercio col punteggio di 61-87. Dinamo mai in partita e Reyer dominante per 40′. Onore comunque a coach Pozzecco e ai suoi ragazzi per la meravigliosa cavalcata degli ultimi mesi, che ha risvegliato passione, emozioni e divertimento che al PalaSerradimigni non si respiravano da un po’.

Venezia, subito in palla, affidava a Vidmar e Haynes il proprio attacco in avvio e si portava, a 7′ dalla prima sirena, sul 10-4. Una timida reazione del Banco, con McGee e Cooley, valeva ai sassaresi il -2 (12-14) a 3’15” dal 10′ ed il quarto terminava poi con un canestro di De Nicolao, sul 16-12 veneto.

Il Banco smetteva di segnare, mentre Venezia infilava una tripla con Daye. Dopo più di 5′ a secco, Thomas sbloccava l’attacco della Dinamo con un canestro dai 6.75, ma la Reyer non smetteva di martellare e, a 6’41”, andava sul +8, 25-17. Una fiammata di Smith dava un momento di verve ai biancoblù che però non riuscivano a portare a termine la rimonta, fermandosi sul -3 in un paio di occasioni. Venezia ne approfittava e accelerava nuovamente, fino al 37-28 segnato da Stone a 59″ dall’intervallo. Sullo stesso scarto, 39-30, si andava alla pausa lunga.

Al rientro sul parquet la Dinamo non ripeteva ciò che le era riuscito due giorni fa e la Reyer scavava il solco, con un Bramos incontenibile che la faceva volare sul 50-32 a 6’14” dalla terza sirena. I biancoblù, alle corde e ormai senza forze, non riuscivano a reagire e perdevano ancora terreno. Al 30′ il tabellone diceva 69-47 per i lagunari.

L’ultimo ad arrendersi era Spissu, ma non bastava. Negli ultimi minuti di gara il divario si faceva ancora più pesante. A 1’53” dalla fine, Haynes firmava l’85-57 e, di fatto, la Reyer Venezia alzava la coppa di campione d’Italia.