Dal personale sanitario e amministrativo dell’Aou di Sassari arrivano inviti all’unità, alla calma, al rispetto delle prescrizioni e alla serenità, in questi giorni di grande concitazione e apprensione.

E così dalle finestre della Radiologia dell’ospedale civile è apparso il primo telone con disegnato un arcobaleno e la scritta “Tutto andrà bene” e l’invito a non uscire dalla propria abitazione se non in casi strettamente necessari, con lo slogan “Io resto a casa”.

Un messaggio di augurio lo lancia anche il personale delle casse ticket del Palazzo Rosa che sulla vetrata del primo sportello, proprio davanti all’ingresso della palazzina, ha affisso il cartello “Andrà tutto bene”.

Invito alla collaborazione arriva anche dal personale del centro delle Malattie della coagulazione. «La vostra salute e il vostro benessere sono sempre stati la nostra priorità ma in questo momento di grande difficoltà nazionale abbiamo bisogno del vostro aiuto – dice la responsabile della struttura Lucia Mameli – Riacquistiamo il senso civico, il rispetto degli altri e di noi stessi, riacquistiamo il senso di responsabilità e di appartenenza».

E ancora prosegue: «Riacquistiamo un senso di fiducia nella scienza e nel sistema sanitario che tanto si sta adoperando. Evitiamo che le nostre azioni siano guidate dalla paura e dalla irrazionalità, evitiamo di sottovalutare il problema con comportamenti irresponsabili. Evitiamo luoghi affollati, riapprezziamo la calda intimità domestica. Rapportiamoci con gli altri in maniera nuova, un sorriso è altrettanto efficace di un abbraccio o di una stretta di mano», conclude Lucia Mameli.