Una preziosissima presenza nelle nostre scuole è quella delle biblioteche, piccoli presidi delle narrazioni e delle culture, rifugi per gli studenti e le studentesse che ritrovano il mondo raccontato nei libri, luoghi magici che vanno custoditi. “Io leggo perché” è l’iniziativa annuale e nazionale che coinvolge scuole, librerie, editori e tutte le persone che in questi giorni doneranno un libro alle biblioteche scolastiche.

Anche la storica Libreria Dessì di Sassari aderisce a questa iniziativa e insieme all’associazione Il Colombre propone Letture a voce alta, l’anteprima di “Bardunfula, festival delle letterature e delle Culture delle bambine e dei bambini” che ritornerà a maggio per la seconda edizione.

Una vera e propria festa della lettura, una settimana di incontri pensati per i bambini e le bambine ma consigliati per qualsiasi fascia di età e per chiunque abbia ancora voglia di meravigliarsi.

Abbiamo chiesto a diverse persone protagoniste della vita cittadina di scegliere un testo per leggerlo a voce alta” – spiegano gli organizzatori – “hanno risposto in tanti e tante e si è creato un percorso di letture che tratteranno diverse tematiche”.

L’appuntamento è alla Libreria Dessì, in l.go Cavallotti 17 e si comincia domenica 20 ottobre alle ore 17 con Rita Defalchi che legge “Il seme della gentilezza” di Britta Teckentrup e Lorenzo Sabattini che legge “Le favole al telefono” di Gianni Rodari.

Il 21 ottobre, sempre alle ore 17, Maria Ruiu legge delle Filastrocche di Nicoletta Codignola.

Il 22 ottobre alle ore 15 Nonno Toni Grindi insieme ai bambini e alle bambine della 5ª B primaria Loc. Rizzeddu ci porta nel cuore di Sassari con una serie di narrazioni e filastrocche in dialetto.

Il 23 ottobre alle ore 15 sono protagonisti i nonni dei bambini e delle bambine della 4ª B scuola primaria di via Washington che leggono “Magarìa” di Andrea Camilleri e “Chi trova un amico trova un tesoro” di Stefano Bordiglioni.

Il 24 ottobre alle ore 17 lo scenografo Fabio Loi e Roberta Pirasleggono “Gli Affari di Signor Gatto” di Gianni Rodari.

Il 25 ottobre alle ore 17 riflettiamo sugli stereotipi di genere e sulla libertà di essere insieme alle insegnanti e attiviste Carmela Esposito e Donatella Tocco che propongono diverse letture “Nei panni di Zaff” di Francesca Cavallaro e Manuela Salvi, “Cenerentola e la scarpetta di pelo” di Davide Calì e Raphaëlle Barbanègre e “Ettore l’uomo straordinariamente forte” di Magali Le Huche.

Il 26 ottobre alle ore 17 Angelo Vargiu racconta l’originalissima fiaba di “Biancaneve e gli Ottomani” mentre Romina Deriu ci farà riflettere e divertire con “Pazienza ci vuole” da Andrea Pazienza e Giusi Quarenghi.

Il 27 ottobre alle ore 17: Maria Francesca Fantato, Giusi Marrosue Corrado Dimauro leggono “Storie della buonanotte per bambine ribelli” di Francesca Cavallo ed Elena Favilli.

Durante le serate ad ogni lettura sarà abbinato un gioco da fare tutti e tutte insieme in libreria. Una settimana di personaggi stravaganti per delle serate alquanto irriverenti di letture sfavillanti, è questo il menù della Libreria Dessì e de il Colombre e del Festival Bardunfula per Io Leggo perché 2019.