La Dinamo Banco di Sardegna si impone nella finalissima del Torneo “Città di Cagliari” battendo la formazione transalpina del Limoges Csp 73-65. I giganti partono forte fin dalla prima frazione e gestiscono il vantaggio nel corso del match. L’ultimo tentativo di rimonta dei biancoverdi condotta da Samardo Samuels (24 pt) viene respinto dalla coppia Petteway-Bamforth.

Grande soddisfazione in casa Dinamo Banco di Sardegna che si aggiudica per il secondo anno consecutivo il trofeo. Prossimo appuntamento della preseason biancoblu in agenda martedì, 18 settembre, a Carbonia per la sfida con il Fenerbahce.

Coach Esposito manda in campo Bamforth, Petteway, Gentile, Polonara e Cooley, coach Milling schiera Hardy, Howard, Bouteille, Miles e Jaiteh. Limoges apre le danze con Jaiteh, il Banco risponde con Polonara. È Cooley a piazzare il primo mini parziale che permette ai biancoblu di mettere la testa avanti. Bomba di Bamforth, stoppata di Petteway su Howard e canestro di Thomas per il +8. Samuels accorcia ma una magia di Spissu scrive 20-12 al 10’.

Si alza l’intensità in campo: Samuels conduce Limoges mentre il 2+1 di Petteway e la tripla di Diop siglano il primo strappo sassarese. Spissu firma il +10 biancoblu, Bouteille accorcia ma il Banco infila un break di 9-2. Jaiteh riduce lo svantaggio, le due squadre vanno negli spogliatoi sul punteggio di 42-30.

Al rientro dall’intervallo lungo Limoges riporta lo svantaggio sotto la doppia cifra ma un tecnico alla panchina francese apre un break di 4 lunghezze del Banco. Cooley infila la tripla del+14, Polonara in contropiede inchioda la bimane che dice 59-45 e sigla la doppia doppia personale. Jaiteh si carica la squadra sulle spalle e prova a condurre la rimonta biancoverde, ma la Dinamo non cede di un centimetro. Spissu bombarda dalla lunga distanza, Petteway serve l’alleyop per Thomas e il pubblico del PalaPirastu si infiamma. Parziale di 6-0 firmato Samardo Samuels, a quota 20 punti, e Limoges si riporta a -9 dalla lunetta. Boutsiele infila il canestro del -7, coach Esposito chiama minuto a 2’30’’. Il Banco deve fare a meno di Thomas e Cooley, fuori per falli. Petteway fino in fondo e Bamforth riscrive +10. Al PalaPirastu finisce 73-65: la Dinamo Banco di Sardegna vince per il secondo anno consecutivo il Città di Cagliari.

Sul parquet di via Rockefeller Andrea Dettori, in rappresentanza dell’assessorato allo sport della Regione Sardegna, ha premiato la formazione seconda classificata del Limoges Csp consegnando la coppa al capitano Axel Bouteille. Sandro Muscas presidente Cna regionale premia agli allenatori Vincenzo Esposito e Kirie Milling mentre a consegnare la targa di Mvp a Terran Petteway è Tore Serra, presidente minibasket Sardegna. La Dinamo Banco di Sardegna ritira la coppa del “City of Cagliari” dalle mani di Bruno Perra, presidente Fip Sardegna.

 

Dinamo Banco di Sardegna 73 – Limoges Csp 65
Parziali: 20-12; 22-18; 17-15;14-20.
Progressivi: 20-12; 42-30; 59-45; 73-65.

Dinamo Bds. Spissu 9, Marzaioli, Smith, Bamforth 12, Petteway 7, Devecchi, Magro 2, Gentile 2, Thomas 14, Polonara 10, Diop 5, Cooley 12. All. Vincenzo Esposito

Limoges Csp. Hardy 6, Howard 2, Larribau, Doumboula 1, Bouteille 9, Bazille, Miles 5, Boutsiele 4, Jaiteh 14, Samuels 24. All. Kirie Milling

 

Premiazione AX Armani Exchange Olimpia Milano. Foto L.Canu / Ciamillo-Castoria

 

Le scarpette rosse si impongono sul Fenerbahce Istanbul nella finalina dell’International Tournament City of Cagliari e conquistano il terzo posto nel torneo (79-74). I campioni di Turchia del Fenerbahce Istanbul ricevono la coppa del 4° posto dal presidente della Fip Sardegna, Bruno Perra. A premiare l’Olimpia Milano e consegnare il trofeo del 3° posto al capitano Vladimir Micov Andrea Dettori in rappresentanza dell’assessorato allo sport della Regione.

Coach Pianigiani manda in campo James, Shashkov, Fontecchio, Micov e Tarczewski, coach Obradovic risponde con Hersek, Arna, Guduric, Muhammed e Lauvergne. Partita da subito in grande equilibrio con botta e risposta tra James e Guduric, Lauvergne e Dixon allungano per il Fener che trova il primo strappo grazie a McIntyre (8-15). Milano accorcia con 5 punti consecutivi di Waller. James in solitaria riporta i suoi a un possesso di distanza e il primo quarto si chiude 18-22. Nella seconda frazione break di 4-0 dei turchi, ma Milano apre le danze con Fontecchio e trova l’energia di girare il match. Merito di un intenso Micov in versione cecchino che in un amen riporta i suoi sul 37 pari. Tarczewski e James allungano e dopo 20’ Milano è avanti 44-39. Micov e Waller siglano il +10 delle scarpette rosse, Ali Muhammed -al secolo Bobby Dixon- accorcia per i suoi ma con energia e concretezza Mike James chiude la terza frazione 66-54. Nonostante i tentativi di rimonta dei ragazzi di coach Obradovic Milano resta in controllo e conquista il terzo posto nel torneo vincendo 79-74.

 

Olimpia Milano 79 – Fenerbahce 74
Parziali: 18-22; 26-17; 21-15;14-29.
Progressivi: 18-22; 44-39; 66-54; 79-74.

Olimpia Milano. James 17, Waller 8, Bertans, La Torre, Shashkov 8, Fontecchio 8, Babilodze , Micov 27, Tarzewski 9, Maras 2, Ortner. All Simone Pianigiani

Fenerbahce Erkek. Tirpaci, Hersek, Sankali, McIntyre 10, Biberovic 4, Arna 7, Minchev, Guduric 2, Guler 5, Muhammed 22, Lauvergne 22, Omic 2. All. Zelimir Obradovic