Non si può quantificare la tensione e la felicità legata ad un evento attesissimo in Sardegna. Danzatori paralimpici isolani e plurititolati internazionali provenienti dalla penisola lasceranno col fiato sospeso gli appassionati che gremiranno il Palazzetto dello Sport “Palasantoru” di Sassari (via Venezia), in occasione della due giorni chiamata “Danzabilità” fissata per il 14 e il 15 dicembre 2019.

Il Cip Sardegna non ci ha pensato due volte a caldeggiare una vera e propria competizione organizzata dal Comitato FIDS Sardegna che si è appoggiato alle rinomate competenze in materia di due ASD del centro nord Sardegna: DanceOzieri Academy e Dance Studio Ploaghe.

Nella nostra regione i progressi nella disciplina sono tangibili grazie al lavoro che la Federazione capeggiata da Daniele Pittau ha sviluppato in questo ultimo biennio, con l’importante apporto della maestra Cristina Resta responsabile della Commissione Danze Paralimpiche che setaccia tutto il territorio regionale alla ricerca di nuovi potenziali amanti della danza.

A Sassari il succo della manifestazione sarà il confronto tra le altre realtà nazionali, con l’inevitabile assimilazione di differenti tecniche, soprattutto nell’uso delle carrozzine (normali ed elettroniche) rapportate anche alle diverse disabilità (intellettivo – relazionale, visiva, uditiva, fisica e motoria).

Un appuntamento ghiotto quello del week end perché sarà davvero spettacolo puro l’ammirare atleti straordinari cimentarsi nel freestyle, in cui rientrano discipline come danza moderna, hip hop, danza contemporanea e jazz. Oppure quando entreranno in scena le danze latinoamericane come samba, cha cha, rumba, pasodoble e jive. Non mancheranno le sfide sulle “standard” come walzer viennese, walzer inglese, fox trot, tango e quick step.

Ci si esibirà in coppia con soli paralimpici o con l’innesto di un componente non disabile, oppure in assolo e in gruppi (anche misti).

Diventerà ancor più accattivante constatare su quali musiche i partecipanti hanno deciso di esternare la loro coreografia o in quali circostanze il dj la farà da padrone selezionando le musiche per le gare a coppia. Ruolo decisivo sarà ovviamente quello dei giudici di gara che valuteranno le prestazioni in base a parametri tecnici, artistici e coreografici.

L’importanza dell’evento favorirà le interazioni con le istituzioni scolastiche e con tutti gli altri organismi sportivi che gravitano attorno al mondo paralimpico. L’intenzione degli organizzatori è di creare una forte sinergia con gli spettatori. Il programma di sabato 14 dicembre sarà dedicato alle danze paralimpiche. L’indomani riflettori puntati sulle danze artistiche. In entrambe le circostanze si comincia alle 9:00.