Undici sanzioni. Per il terzo giorno si conferma stabile e tristemente elevato il numero delle persone che hanno violato nel territorio comunale le prescrizioni per il contenimento della diffusione del coronavirus. Ieri, su 162 controlli a individui e 6 agli esercizi commerciali, ancora una volta si registrano più persone nella stessa auto, per andare a fare la spesa, ben quattro denunce in due differenti momenti della giornata. Altre tre persone sono arrivate in città da un paese che dista 55 chilometri, senza alcuna valida motivazione, e tre giovani sono stati fermati in tre punti diversi del centro storico mentre vagavano a piedi senza nessuna giustificazione prevista dalla normativa in vigore. Infine, a distanza di un mese dall’inizio dei divieti, è stato sanzionato anche un runner in tenuta sportiva completa che si faceva la corsetta, senza alcun rispetto per niente e per nessuno.

Soltanto una settimana fa, quell’unica sanzione elevata, aveva fatto pensare che ormai tutte e tutti avessero capito l’importanza del rispetto delle regole dettate per il contrasto del Covid-19: la necessità di stare a casa, di non avere contatti interpersonali se non quelli strettamente necessari e con i conviventi. I dati registrati in questi giorni rappresentano un elemento molto preoccupante ed è impossibile credere, ormai, che ancora qualcuno non conosca le regole o non abbia capito quanto sia importante il rispetto. Norme che vogliono proteggere e salvare l’intera comunità, per poter uscire, tutti e insieme, il prima possibile da questa grave emergenza sanitaria.

La Polizia locale prosegue anche l’attività di controllo sul territorio con il nucleo specializzato nell’uso dei droni, in accordo e di concerto con la Prefettura. Un modo per coprire anche quelle zone più difficili da raggiungere a piedi o coi mezzi da strada. Il personale specializzato del nucleo aeromobile a pilotaggio remoto può contare su tre droni.

Inoltre oggi e domani la Polizia locale è impegnata in un presidio nella struttura di San Camillo, dove il servizio Igiene Pubblica della Assl eseguirà una serie di tamponi. Non soltanto vigilerà sul rispetto della distanza interpersonale, ma rafforzerà i controlli sulle auto per bloccare spostamenti immotivati.

Da ieri ha rafforzato anche il presidio al mercato civico per fare rispettare le distanze interpersonali tra i clienti.