Sono stati assegnati nei giorni scorsi gli appalti per la realizzazione di tre importanti opere pubbliche, finanziate con fondi comunali. Il primo in ordine di tempo è quello per i lavori di costruzione dell’edificio di culto e camera mortuaria nell’ala nuova del cimitero quindi, a seguire, l’appalto per il manto in erba sintetica al campo di calcio a Roccaruja, e, per finire, il secondo lotto per la riqualificazione di piazza Cala d’Oliva.

La realizzazione dell’edificio “luogo di culto, camera mortuaria, osservazione, ossari e cinerario” è stata aggiudicata in via definitiva all’impresa Gecomar srl di Sassari.

La costruzione della cappella era già stata inserita nel bilancio di previsione 2017, ed è stata aggiudicata al costo 140mila euro. I lavori potranno iniziare a breve. Si tratta di un’opera attesa dalla comunità stintinese e consentirà di completare l’ampliamento del cimitero.

«Con l’avvio di questi lavori – afferma l’assessore ai Lavori pubblici Angelo Schiaffino – consegniamo al paese delle opere che la comunità degli stintinesi aspettava da tempo. Riusciamo, inoltre, a chiudere il cerchio su una serie di interventi avviati da questa amministrazione, dalla cappella del cimitero alla piazza Cala d’Oliva, passando per il campo di calcio che con il manto sintetico potrà durare nel tempo e non essere rovinato dalla salsedine come avverrebbe per un manto in erba naturale».

Aggiudicato quindi l’appalto per la realizzazione del campo in erba sintetica in località Roccaruja. Il terreno di gioco che da alcuni anni ospita la squadra di casa cambierà volto. La realizzazione dell’opera era stata inserita già nel documento unico di programmazione 2017-2019 e nell’elenco triennale delle opere pubbliche. Ad aggiudicasi la gara d’appalto è stata la Asfalt Ccp spa di Torino per un importo di circa 280 mila euro.

«Il manto in erba sintetica – afferma l’assessore allo Sport Martino Cugusi – rappresenta un’importante conquista e, siamo sicuri, consentirà alla nostra struttura di diventare un punto di riferimento sul territorio».

Infine, con l’aggiudicazione dell’appalto per la riqualificazione di largo Cala d’Oliva vanno in dirittura d’arrivo i lavori che, in questi anni, hanno ridisegnato una delle piazze principali del paese. Dopo il restyling dell’area difronte alla chiesa parrocchiale, con la gara appena conclusa potranno iniziare i lavori che interesseranno la parte bassa di largo Cala d’Oliva, tra via Asinara e lungomare Cristoforo Colombo. Nei mesi scorsi, la cabina elettrica situata sotto la “piazzetta bianca” è stata spostata nell’area del porto Mannu, un’operazione propedeutica ai lavori, da quasi 290mila euro, che saranno avviati dalla ditta Sagile srl di Santa Maria Coghinas.

Le opere consentiranno di eliminare le rampe di scale laterali e creare una scalinata più “morbida” centrale quindi una serie di percorsi anche per disabili, che potranno così raggiungere più facilmente l’area del porto. Nella nuova piazza, inoltre, il progetto prevede anche la piantumazione di alberi e nuove essenze. L’idea dell’amministrazione comunale è quella di avviare i lavori dopo l’estate.