Il mare di Stintino, i profili del Golfo che guarda all’Asinara, la pienezza delle vele sospinte dal vento e la figura umana, lievemente abbozzata, testimone silente della bellezza della natura. Sono i soggetti delle opere di Nani Tedeschi che saranno esposte nella sede della Fondazione di Sardegna a Sassari, in via Carlo Alberto 7, fino al 6 gennaio 2020.

Organizzata dal Mut, Museo della Tonnara di Stintino e dal Centro Studi sulla Civiltà del Mare, la mostra, dal titolo “A vele spiegate nel Golfo dell’Asinara” rientra all’interno dell’iniziativa “Vela Latina in Centro” dell’Associazione Centro Cavour. Nove i dipinti in esposizione, opere di medie dimensioni realizzate con tecnica mista, che testimoniano la fascinazione dell’artista emiliano per la Vela Latina e l’affezione per il piccolo borgo di pescatori, che aveva frequentato durante gli anni trascorsi in Sardegna. In esposizione anche un video con una carrellata di cartoline, opere di piccole dimensioni a tema marittimo, e una ricostruzione dello studio dell’artista, con fotografie, articoli di giornale e bozzetti originali.

L’esposizione è visitabile dal lunedì al sabato dalle 10 alle 20.

Il Mut e il Centro Studi sulla Civiltà del Mare partecipano alla “Vela Latina in Centro” anche con un’esposizione all’aperto, ospitata dalle attività commerciali della Galleria Cavour fino al 6 gennaio 2020 negli orari di apertura dei negozi.

Curato da Valentina Calvisi e da Salvatore Rubino “Stintino, borgo di pescatori” è un percorso fotografico che racconta la storia della comunità stintinese. Ogni immagine, arricchita da una frase, un pensiero o una notazione, afferra frammenti di vita di questa piccola comunità per la quale il mare e la pesca hanno costituito per lungo tempo la principale fonte di sostentamento.