Dopo il recente avvio del progetto SiT-Safe in Tourism Alghero, proseguono le iniziative di presentazione dei progetti promossi dalla Unità tecnica operativa istituita dal Comune di Alghero per contrastare le conseguenze negative sul sistema economico-produttivo generate dalla pandemia.

In questi giorni sono stati perfezionati gli accordi con la Camera di Commercio di Sassari per avviare il percorso finalizzato alla costruzione di una o più aggregazioni di imprese del territorio che intendano accedere in tempi brevi alla liquidità utilizzando strumenti finanziari innovativi e alternativi rispetto al prestito bancario rivelatosi per molte imprese di difficile accesso.

Si prevede la pubblicazione di un avviso pubblico per la raccolta di manifestazioni di interesse da parte delle imprese del Nord Sardegna finalizzata alla emissione di titoli obbligazionari (mini-bond) entro un unico paniere detto pluribond per finanziare progetti imprenditoriali volti a superare la delicate fase del post-COVID, con particolare riferimento al comparto turistico nella sua accezione allargata con altri settori produttivi, quali l’agro-alimentare, l’artigianato, l’edilizia, il commercio, i trasporti e altri servizi turistici complementari.

Il pluribond sarà costituito dalla somma dei singoli mini-bond che saranno emessi dalle singole aziende aderenti, talché l’operazione assumerà un connotato unico che ne consentirà una rappresentazione ancor più suggestiva presso la comunità finanziaria. Il progetto di emissione dei mini-bond, si ispira ad una recente iniziativa sperimentata con successo nella Regione Veneto e denominata “Basket bond Turismo Veneto/spiagge”, una sorta di prestito obbligazionario ‘collettivo’ rivolto alle imprese del turismo.

Per esigenze di comunicazione nel mercato degli investitori l’iniziativa proposta è stata denominata “Pluribond North Sardinia Re-Start Economy” a significare l’esigenza di una ripartenza del sistema produttivo del Nord Sardegna. “In questo quadro il Comune di Alghero – ha dichiarato il Sindaco Mario Conoci – intende svolgere un ruolo di sensibilizzazione, da un lato, rivolto a consentire il più ampio coinvolgimento delle altre istituzioni sovra-comunali del territorio, la Rete metropolitana del Nord Sardegna e la Provincia di Sassari e, dall’altro lato, al coinvolgimento delle imprese turistiche fra le più importanti del territorio di Alghero”.

Piena disponibilità a supportare l’iniziativa è stata espressa anche dall’Amministratore Straordinario della Provincia di Sassari Pietro Fois. “Grazie alla recente evoluzione della normativa – evidenzia Gavino Sini Presidente della CCIAA di Sassari – con questa iniziativa sarà consentito anche alle piccole e medie imprese del territorio di ricorrere alla emissione di strumenti di debito complementari a quelli bancari e di collocare direttamente tali strumenti di debito, servendosi di portali specifici autorizzati dalla Consob, con la possibilità di ricorrere al Fondo di Garanzia statale a beneficio di tutti gli investitori che intendano sottoscriverli”.

“Si tratta per la Sardegna di una vera e propria rivoluzione nel mondo finanziario, molto importante in questa delicata fase del post-COVID e replicabile anche in altri territori della Regione” – sottolinea Mariano Mariani coordinatore della Unità tecnica del Comune di Alghero. Per la elaborazione e attuazione del progetto ha assicurato la propria assistenza tecnica, quale partner finanziario della operazione, la Frigiolini & Partners Merchant (Gobal Coordinator), già advisor e arranger del “Basket bond Turismo Veneto/spiagge”, che si avvale del Portale di crowdfunding “Fundera”, vigilato da Consob e primo portale in Italia autorizzato a collocare mini-bond sul mercato primario.